La Provincia di Biella > Cronaca > Le ferite alla testa sono state fatali a Maria Liliana Ferraris
Cronaca Biella -

Le ferite alla testa sono state fatali a Maria Liliana Ferraris

Purtroppo non ce l’ha fatta. Il cuore di Maria Liliana Ferraris, la donna di 79 anni investita lunedì  intorno alle 12 in via Rosselli ha cessato di battere martedì mattina mentre si trovava ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Ponderano.

Purtroppo non ce l’ha fatta. Il cuore di Maria Liliana Ferraris, la donna di 79 anni investita lunedì  intorno alle 12 in via Rosselli ha cessato di battere martedì mattina mentre si trovava ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Ponderano.

Purtroppo non ce l’ha fatta. Il cuore di Maria Liliana Ferraris, la donna di 79 anni investita lunedì  intorno alle 12 in via Rosselli ha cessato di battere martedì mattina mentre si trovava ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Ponderano.

L’incidente è avvenuto verso mezzogiorno, la donna stava attraversando sulle strisce pedonali che si trovano all’incrocio tra via Rosselli e via Vercellone. Proprio in quel momento da Ponderano in direzione Biella stava sopraggiungendo una Kia condotta da B.M, un ragazzo 21enne residente a Biella.

Pare che quest’ultimo non abbia visto la donna che attraversava: stava pulendo il vetro interno della sua auto appannato sul lato destro. Purtroppo l’urto è stato inevitabile. Nel giro di pochi minuti, sono giunti sul posto i sanitari del 118. Subito dopo averle prestato le prime cura, l’hanno trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Ponderano.  I medici hanno comunque capito subito che le condizioni di salute della donna erano molto gravi.

Ora del caso si stanno occupando gli agenti della Polizia Municipale di Biella, che stanno cercando di ricostruire nei minimi particolari  l’accaduto nel tentativo di giungere in tempi brevi ad una esatta dinamica dell’incidente.

Intanto la notizia della  scomparsa di Maria Liliana Ferraris ha creato profondo cordoglio, soprattutto a Bioglio, dove la donna aveva vissuto  fino a 14 anni fa.  Attualmente abitava da sola  in via Vercellone, caso vuole proprio a pochi metri da dove è stata investita.

Mauro Pollotti

Articolo precedente
Articolo precedente