La Provincia di Biella > Cronaca > Lancia un gattino dall’auto in corsa in via Gramsci
Cronaca Biella -

Lancia un gattino dall’auto in corsa in via Gramsci

Un gesto ignobile in centro città

Lancia un gattino dall’auto in corsa in via Gramsci.

Un gesto ignobile in centro città

Abbandonare un animale è un reato oltre che un gesto deplorevole. Farlo lanciandolo dal finestrino di un’automobile in marcia è un’ignobile barbarie.
Ha dell’incredibile la vicenda verificatasi nella serata di giovedì nel centro di Biella. Verso le 19,30 una donna ha visto “volare” un cucciolo da una vettura che transitava in via Gramsci. Stava uscendo dal parcheggio, quando ha assistito alla scena. Una scena che non ti aspetti e che ha lasciato di sasso la testimone stessa, mentre l’ignoto automobilista avanzava in direzione del semaforo e si dileguava poco dopo. Realizzato quanto appena accaduto davanti ai suoi occhi, la donna è corsa in aiuto dell’animale, un micio di poche settimane, ma era troppo tardi: terrorizzato, era andato a nascondersi sotto a una macchina e si era infilato nel vano motore della vettura, un luogo ancora meno sicuro della strada. Non voleva saperne di uscire.

L’allerta

La donna è quindi tornata nel negozio di parrucchieri dal quale era appena uscita, Hair for Heroes, e ha allertato il personale.
Carlo e Valeria sono stati i primi ad accorrere, insieme a Sergio, titolare dell’omonimo bar e ad alcuni avventori del locale. Niente da fare, del cucciolo spaventato si vedeva a mala pena la piccola coda, impossibile tirarlo fuori.
Nel frattempo sono stati chiamati anche i vigili del fuoco, ma il loro intervento alla fine non è stato necessario: poco dopo, i presenti sono riusciti a recuperare l’animale. Era sano e salvo. A prendersene cura provvisoriamente è stato lo stesso Carlo Ruggiu.
Ieri mattina la bestiola è stata visitata da una veterinaria, fortunatamente sta bene. E’ una femminuccia, probabilmente ha meno di due mesi di vita.
Resta da capire chi possa aver fatto una cosa del genere e perché. Le persone che hanno assistito alla scena stanno valutando se coinvolgere i carabinieri. Probabilmente, visionando eventuali telecamere della zona, non sarebbe impossibile risalire all’automobilista.

Adottata

L’episodio si è concluso con un epilogo positivo. Gettata via come un rifiuto e abbandonata al proprio destino, la micia ha trovato una famiglia e una casa senza dubbio migliori di quelle che ha lasciato. Il parrucchiere Carlo e la moglie hanno infatti deciso di adottarla.
«Nella sfortuna – sono le parole del barista Sergio Casu – è stata fortunata perché ha trovato delle brave persone disposte a tenerla con sé. Quello che è successo ha lasciato tutti senza parole, eravamo scioccati e contemporaneamente contenti per il fatto che tutto si fosse risolto per il meglio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente