La Provincia di Biella > Cronaca > Ladri scatenati, tre aziende “visitate” nella stessa via
Cronaca Basso Biellese -

Ladri scatenati, tre aziende “visitate” nella stessa via

Per una notte Cavaglià è stata sotto l’assedio dei ladri. E’ una vera e propria razzia quella che una banda di malviventi ha cercato di mettere a segno la notte scorsa in via Giulio Pastore, nel centro del paese. Sono tre le aziende prese di mira, anche se in due casi sono dovuti fuggire a mani vuote.

Per una notte Cavaglià è stata sotto l’assedio dei ladri. E’ una vera e propria razzia quella che una banda di malviventi ha cercato di mettere a segno la notte scorsa in via Giulio Pastore, nel centro del paese. Sono tre le aziende prese di mira, anche se in due casi sono dovuti fuggire a mani vuote.

Per una notte Cavaglià è stata sotto l’assedio dei ladri. E’ una vera e propria razzia quella che una banda di malviventi ha cercato di mettere a segno la notte scorsa in via Giulio Pastore, nel centro del paese. Sono tre le aziende prese di mira, anche se in due casi sono dovuti fuggire a mani vuote.

Tutto è cominciato poco dopo l’1. Ad accorgersi del primo furto è stato l’addetto ad un’azienda di vigilanza notturna che, dopo essersi recato alla Italpunte per il consueto servizio di controllo, si è reso conto che era appena stato messo a segno un colpo. Qualcuno, dopo aver forzato la porta d’ingresso dell’azienda ha rubato diversi attrezzi da lavoro. Il vigilantes ha immediatamente fatto scattare l’allarme, chiamando il 112.

I carabinieri hanno effettuato un piccolo sopralluogo in zona per verificare l’eventuale presenza di auto sospette. E proprio durante l’ispezione della via si sono resi conto che i ladri avevano visitato altre due aziende: l’officina meccanica di un uomo di 33 anni, e un deposito di autocarri di un 38enne che vive a  Santhià. In entrambi i casi, i ladri hanno forzato la porta, ma non sono riusciti a rubare nulla.

Articolo precedente
Articolo precedente