La Provincia di Biella > Cronaca > Ladri catturati durante la fuga
Cronaca Biella Circondario -

Ladri catturati durante la fuga

E’ successo mercoledì mattina. Avevano tentato un colpo a casa di una 37enne. Protagonisti due nomadi del campo di via Case Sparse, alle porte di Biella.

E’ successo mercoledì mattina. Avevano tentato un colpo a casa di una 37enne. Protagonisti due nomadi del campo di via Case Sparse, alle porte di Biella.

Stavano tentando di mettere a segno un colpo, ma sono stati scoperti e arrestati dai Carabinieri. E’ il terzo arresto per furto nel giro di pochi giorni messo a segno dagli uomini dell’Arma.

Nei guai questa volta  sono finiti in due. Si tratta di due nomadi, già conosciuti dalle forze dell’ordine. Uno è residente nel campo che c’è alle porte di Biella, l’altro a Torino, ma domiciliato in città.  Poichè non si è ancora svolta l’udienza per direttissima, di loro sono state fornite generalità soltanto parziali. Si tratta di Giacomo L., 41 anni, del Canavese e Pasquale V., 31 anni, di Biella. Il primo è stato portato in carcere, mentre il secondo è stato messo agli arresti domiciliari.

L’episodio che li ha messi nei guai è successo  mercoledì. Era mattina quando i due, dopo aver tentato un furto in via Selve a Netro, a casa di una donna di 37 anni, sono scappati verso via Castellazzo. Ma la loro auto, una Peugeot 306, è stata intercettata dai militari dell’Arma a poche centinaia di metri di distanza: qualcuno, residente in zona, aveva segnalato la presenza di un veicolo che si aggirava per il paese con  all’interno due persone dal fare sospetto.

Proprio in virtù dei trascorsi poco limpidi dei due, i militari dell’Arma hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito della vettura. Ed hanno fatto bene perchè sulla Peugeot c’era una vera e propria sfilza di arnesi da scasso ed altri oggetti solitamente uttilizzati per i furti. Nei confronti dei due è come detto scattato l’immediato arresto.

L’accusa di cui dovranno rispondere è quella di tentato furto aggravato, danneggiamento e porto abusivo di oggetti atti allo scasso in concorso.

L’udienza di convalida del provvedimento dei Carabinieri si è tenuta giovedì mattina in tribunale a Biella. Il rito per direttissima, invece, è stato fissato per venerdì prossimo, 5 dicembre.

Articolo precedente
Articolo precedente