La Provincia di Biella > Cronaca > Il cuoco gambizzato ha patteggiato per l’accusa di spaccio
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Il cuoco gambizzato ha patteggiato per l’accusa di spaccio

Tre anni e due mesi di reclusione, è questa la pena patteggiata da Melchiorre Mistretta, il cuoco biellese di 42 anni che in primavera venne gambizzato a Sanremo.

Tre anni e due mesi di reclusione, è questa la pena patteggiata da Melchiorre Mistretta, il cuoco biellese di 42 anni che in primavera venne gambizzato a Sanremo.

Tre anni e due mesi di reclusione, è questa la pena patteggiata da Melchiorre Mistretta, il cuoco biellese di 42 anni che in primavera venne gambizzato a Sanremo.

L’uomo, accusato di spaccio di stupefacenti, nei giorni scorsi è comparso in tribunale ad Imperia, accompagnato dall’avvocato che lo assiste, Ugo Fogliano. Entrambi sono soddisfati. Il 42enne, infatti, ha ottenuto il permesso di uscire di casa per recarsi al lavoro.

Per quanto invece riguarda l’uomo che gli ha sparato alle gambe, attualmente si trova in un carcere francese.

Articolo precedente
Articolo precedente