La Provincia di Biella > Cronaca > I biellesi dicono addio a don Aldo Garella
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

I biellesi dicono addio a don Aldo Garella

«La povertà è quella che abbiamo nell’anima durante i momenti di sconforto, ma noi cerchiamo di arricchirla con la fede nel Signore». Pronunciava spesso questa frase don Aldo Garella, uno dei sacerdoti più conosciuti del Biellese che se ne è andato la notte scorsa  all’età di 76 anni.

«La povertà è quella che abbiamo nell’anima durante i momenti di sconforto, ma noi cerchiamo di arricchirla con la fede nel Signore». Pronunciava spesso questa frase don Aldo Garella, uno dei sacerdoti più conosciuti del Biellese che se ne è andato la notte scorsa  all’età di 76 anni.

«La povertà è quella che abbiamo nell’anima durante i momenti di sconforto, ma noi cerchiamo di arricchirla con la fede nel Signore». Pronunciava spesso questa frase don Aldo Garella, uno dei sacerdoti più conosciuti del Biellese che se ne è andato la notte scorsa  all’età di 76 anni.

Era oramai malato da molto tempo e le sue condizioni di salute si erano ulteriormente aggravate dopo un trapianto di rene. Promotore di molte opere di bene, l’ex rettore dei santuari di Oropa e Graglia era ben voluto da tutti. Grazie a lui, una decina di anni fa, nacque la casa di riposo “La Taruzza” di Salussola, il suo paese natale.

Il funerale sarà celebrato domani alle 15 nella cattedrale di Biella.

Ampio servizio in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente