La Provincia di Biella > Cronaca > Giovane travolto e ucciso: domani il primo interrogatorio
Cronaca Biella Valli Mosso e Sessera -

Giovane travolto e ucciso: domani il primo interrogatorio

Domani, forse, sarà possibile capire qualcosa di più in merito all'assurdo incidente costato la vita a Federico Chiarelli, 19enne di Coggiola che ieri, poco prima dell'alba, è stato travolto dall'auto di un amico, a pochi metri da casa.

Domani, forse, sarà possibile capire qualcosa di più in merito all’assurdo incidente costato la vita a Federico Chiarelli, 19enne di Coggiola che ieri, poco prima dell’alba, è stato travolto dall’auto di un amico, a pochi metri da casa.

Domani, forse, sarà possibile capire qualcosa di più in merito all’assurdo incidente costato la vita a Federico Chiarelli, 19enne di Coggiola che ieri, poco prima dell’alba, è stato travolto dall’auto di un amico, a pochi metri da casa.

Il presunto investitore, Andrea Alciato, assistito dall’avvocato Boggio Marzet, si sottoporrà all’interrogatorio di garanzia, fissato per le 12 all’interno della casa ircondariale di via dei Tigli, a Biella, dove il 21enne si trova attualmente detenuto.

Lo scopo del giudice per le indagini preliminari, Roberto Angelini, e del procuratore Giorgio Reposo sarà ricostruire gli attimi che hanno preceduto la tragedia e quelli immediatamente successivi, quando Federico Chiarelli è rimasto in fin di vita sull’asfalto. A chiamare i soccorsi, infatti, non è stato l’investitore, ma un passante, che ha trovato il giovane riverso sul ciglio della strada, poco prima delle 7. L’uomo ha avvisato immediatamente i carabinieri, che a loro volta hanno contattato il 118. Un’inutile corsa contro il tempo perché per Federico ormai non c’era più niente da fare.

Articolo precedente
Articolo precedente