La Provincia di Biella > Cronaca > Forno crematorio degli orrori, indagate dieci persone
Cronaca Biella -

Forno crematorio degli orrori, indagate dieci persone

Sono già stati tutti interrogati

Forno crematorio degli orrori, indagate dieci persone.
Salgono a dieci le persone indagate nello scandalo del tempio crematorio di Biella. Oltre all’amministratore delegato della Socrebi, Alessandro Ravetti, società che gestisce la struttura (attualmente detenuto in via dei Tigli), al collaboratore Claudio Feletti, scarcerato nei giorni scorsi, c’è Marco Ravetti, fratello di Alessandro, cinque dipendenti della Socrebi e due dipendenti dell’impresa funebre Ravetti. Tutti gli indagati sono già stati interrogati e hanno spiegato le immagini del video raccolto dai carabinieri dove si vedono cremazioni multiple di cadaveri. Si attendono ulteriori sviluppi del complesso caso che ha sconvolto Biella.
Per approfondire la notizia leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente