La Provincia di Biella > Cronaca > Prima entrano alla Logica e rubano mille euro poi “bucano” il muro e passano alla carrozzeria
Cronaca Circondario -

Prima entrano alla Logica e rubano mille euro poi “bucano” il muro e passano alla carrozzeria

A ricevere la visita sgradita sono stati il centro del Gruppo Logica e la carrozzeria Msport

Prima entrano alla Logica e rubano mille euro poi “bucano” il muro e passano alla carrozzeria
Prima è toccato all’officina poi alla carrozzeria: doppio colpo dei ladri nei giorni scorsi a Gaglianico.
A ricevere la visita sgradita sono stati il centro del Gruppo Logica e la carrozzeria Msport.
In un primo momento i malviventi hanno rimosso un finestrone e si sono introdotti nel magazzino della Logica. Qui hanno rovistato dappertutto e rubato denaro contante per circa mille euro dagli uffici, oltre a vario materiale. Il danno complessivo è ancora in fase di quantificazione.
Una volta terminato il “lavoro”, i ladri non si sono accontentati. Dopo questo primo blitz, infatti, hanno letteralmente bucato un muro per passare nella carrozzeria adiacente alla Logica, dall’interno. Il bottino in questo caso è stato più magro: circa 30 euro in contanti. Ma ovviamente non sono mancati i danni.
Il furto, commesso nel corso del fine settimana, è stato scoperto nella mattinata di lunedì, al momento dell’inizio del turno. I responsabili delle due attività commerciali hanno immediatamente segnalato l’episodio ai carabinieri. I militari dell’Arma stanno ora indagando per risalire ai colpevoli, senza tralasciare nessun dettaglio.
Non è la prima volta che la concessionaria di via Matteotti viene presa di mira. Nemmeno un anno fa, verso la fine di febbraio, aveva già subito un’intrusione. Anche in quel caso i ladri avevano sfondato un muro interno per passare in un altro negozio, l’Ogm Store, di proprietà di un trentenne cinese. La banda aveva sottratto alcuni prodotti in vendita e circa 1000 euro in contanti dal fondo cassa. I malviventi avevano forzato anche la saracinesca dell’officina del Gruppo Logica. Non è dunque da escludere che fossero interessati anche ai veicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente