La Provincia di Biella > Cronaca > Dopo le minacce con la mannaia si mette ancora nei guai: arrestato
Cronaca Biella Circondario Valle Elvo -

Dopo le minacce con la mannaia si mette ancora nei guai: arrestato

Non c'è due senza tre, ma il terzo guaio combinato nel giro di pochi giorni gli è costato l'arresto. Sarà processato oggi per direttissima il 23enne marocchino che negli ultimi tempi si è reso protagonista di diversi fatti di cronaca. 

Non c’è due senza tre, ma il terzo guaio combinato nel giro di pochi giorni gli è costato l’arresto. Sarà processato oggi per direttissima il 23enne marocchino che negli ultimi tempi si è reso protagonista di diversi fatti di cronaca. 

Non c’è due senza tre, ma il terzo guaio combinato nel giro di pochi giorni gli è costato l’arresto. Sarà processato oggi per direttissima il 23enne marocchino che negli ultimi tempi si è reso protagonista di diversi fatti di cronaca. Prima era stato accusato di aver minacciato tre adolescenti con una mannaia in via Ivrea, poi di aver lanciato bottiglie contro le auto.

Non contento, ieri sera se l’è presa con i carabinieri intervenuti per l’ennesimo episodio di aggressività.

Il 23enne stava creando problemi ad alcuni vicini a Occhieppo Inferiore, così sul posto è stata inviata una pattuglia. Nemmeno la vista della divisa, però, ha calmato il ragazzo, che appariva in stato d’alterazione, dovuta probabilmente all’assunzione di alcolici. Il 23enne si sarebbe quindi scagliato contro i carabinieri, provocando alcune lesioni a uno di loro e danneggiandone l’auto di servizio. Alla fine è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento plurimo aggravato.

Il ragazzo stamattina risponderà di queste accuse nel processo per direttissima.

Articolo precedente
Articolo precedente