La Provincia di Biella > Cronaca > Denunciato l’uomo rimasto ustionato in una fabbrica
Cronaca Biella Circondario -

Denunciato l’uomo rimasto ustionato in una fabbrica

Lui e i suoi compagni erano autorizzati a prelevare il materiale ferroso dalla fabbrica, ma non a prendere rame dalla cabina dell'Enel

Lui e i suoi compagni erano autorizzati a prelevare il materiale ferroso dalla fabbrica, ma non a prendere rame dalla cabina dell’Enel

Alla fine è stato denunciato Sandro D., il 37enne di Biella che ha riportato gravi ustioni alle braccia mentre asportava dei cavi di rame da una fabbrica. Insieme a lui, sarà indagato per tentato furto anche Roberto G., 30 anni, anche lui residente a Biella, che quel giorno insieme ad altre persone si trovava all’interno della fabbrica.

A decidere di agire nei loro confronti è stata l’Enel, proprietaria della cabina elettrica nella quale è avvenuto l’incidente. Il gruppo di uomini era stato autorizzato a prelevare materiale ferroso dalla società proprietaria della fabbrica, ma non ad asportare rame dalla cabina, che appartiene all’Enel.

La denuncia arriva alla luce di alcuni comportamenti che, secondo quanto finora ricostruito nel corso dell’indagini, i due uomini avrebbero posto in essere quel giorno: dalla rimozione con un flessibile delle protezioni metalliche che impedivano l’accesso al locale in uso all’Enel, all’asportazione di cavi in rame dell’alta tensione.

Ora spetterà alla magistratura fare luce su quanto successo.

Articolo precedente
Articolo precedente