La Provincia di Biella > Cronaca > Davide Gentile scomparso: l’appello degli amici
Cronaca Fuori provincia -

Davide Gentile scomparso: l’appello degli amici

"Torna a casa, facci almeno avere tue notizie"

Davide Gentile scomparso: l’appello degli amici.
“Torna a casa, facci almeno avere tue notizie”.
Durante la trasmissione di Chi l’ha visto? andata in onda mercoledì 7 novembre gli amici hanno lanciato un appello a Davide Gentile. Come riportano i colleghi de la Nuova Periferia il gruppo di giovani chiede a gran voce che il loro amico faccia ritorno a casa. E sottolineano, ancora una volta, che lo stanno attendendo tutti.
La vicenda
A casa, nell’appartamento di via Milano a Settimo in cui Davide viveva prima di sparire nel nulla, ci sono mamma Maria Rosa e papà Antonio. Sempre in attesa di un suo cenno. Da quella notte di un anno fa non hanno mai smesso di sperare il ritorno a casa di Davide. Da quando l’autovettura è stata ritrovata nei pressi del Colle del Nivolet erano scattate, massicce, le ricerche del giovane settimese. Con squadre di cinofili, alpinisti, elicotteri. Ma del giovane di 31 anni (compiuti lo scorso 2 giugno) non c’è mai stata traccia. Hanno seguito, insieme ai parenti e agli amici più stretti, anche le ricerche nei pressi del confine con la Francia; nella speranza che qualcuno l’avesse visto attraversare il confine in cerca di una «nuova» vita.
Il presunto avvistamento
Lo scorso aprile si erano, in qualche modo riaccese le speranze. Alla trasmissione della tv spagnola, la versione iberica di “Chi l’ha visto?”, era infatti arrivata la segnalazione di un ragazzo – molto somigliante a Davide – avvistato a Siviglia. Una serie di segnalazioni che sembravano far sperare. Ma da quel giorno, purtroppo, le segnalazioni non hanno più avuto seguito. Non è mai stato verificato se quel ragazzo fosse il giovane settimese perché, ancora una volta, quella figura sembra essere svanita nel nulla. «Non c’è stato seguito a quelle segnalazioni – conferma papà Antonio -. Ora siamo in contatto con un’associazione spagnola che si occupa proprio di casi di scomparsa, speriamo che possa essere utile a metterci sulle tracce di Davide».
Il telefono adesso è… «muto»
Maria Rosa e Antonio non hanno mai smesso di cercare il loro figlio minore al telefono. Benché sia sempre risultato spento. «Ho provato a telefonargli tutti i giorni per più volte al giorno – sottolinea Antonio -. Anche la sera, prima di andare a dormire. Fino a qualche giorno fa rispondeva almeno la segreteria telefonica, da qualche tempo, invece neanche più quella. Il telefono è completamente muto».
«Non sappiamo più cosa pensare, ci informeremo il prima possibile per capire come mai, se si tratti di una questione di linea telefonica o meno». Come se quella voce della segreteria telefonica, adesso sparita, tenesse viva una speranza ulteriore di mettersi in contatto con Davide, che quel telefono prima o poi tornasse a squillare normalmente, come prima di quella notte del settembre 2017.
Un anno durissimo: «Davide torna a casa»
L’appello di Antonio e Maria Rosa è sempre lo stesso. «Davide torna a casa, facci almeno avere tue notizie».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente