La Provincia di Biella > Cronaca > Coltivavano marijuana arrestati due giovani biellesi
Cronaca Valle Elvo -

Coltivavano marijuana arrestati due giovani biellesi

I carabinieri erano intervenuti per sedare una lite tra un 31enne e i genitori

Coltivavano marijuana

Coltivavano marijuana in casa, sono stati scoperti e arrestati dai carabinieri.

Coltivavano marijuana a Netro, nei guai due giovani biellesi

Sono un uomo e una giovane donna le due persone finite in manette per coltivazione di sostanze stupefacenti in concorso. Si tratta di Matteo F., 31enne residente a Netro, e della convivente, Veronica S., classe 1991. Entrambi erano incensurati. Ad arrestarli sono stati i carabinieri della locale stazione in collaborazione con quelli del Nucleo operativo radiomobile, dopo aver scoperto due serre realizzate all’interno dell’abitazione.

Cinque piante di cannabis e due serre

Nel corso della perquisizione in casa loro, i militari hanno trovato e sequestrato cinque piante di cannabis, alte tra gli 85 e i 140 centimetri e coltivate all’interno di due serre, realizzate in un bagno.

Coltivavano marijuana

La serra

Nell’abitazione sono state trovate anche foglie già tritate di marijuana per un peso complessivo di circa cento grammi, oltre al materiale necessario per la coltivazione e la climatizzazione delle serre.

I carabinieri erano intervenuti per una lite

Il controllo è nato quasi per caso. A far scattare il primo intervento, nel corso della mattinata di ieri, non è stato il sospetto relativo alla presenza di stupefacenti, bensì  la segnalazione di una violenta lite in atto tra il 31enne e i genitori, segnalazione giunta alla centrale operativa del comando provinciale dai carabinieri di Biella. Giunti sul posto, i militari hanno trovato il giovane uomo in stato confusionale (è stato anche richiesto l’intervento di un’ambulanza.

Coltivavano marijuana

Le piante trovate a terra, all’esterno

Ad attirare la loro attenzione però è stato alto: insospettiti dal persistente odore tipico delle coltivazioni di marijuana, hanno deciso di procedere alla perquisizione dell’immobile e hanno così scoperto le piante. Due di esse sono state trovate a terra, all’esterno dell’abitazione, forse gettate dal balcone poco prima, nel tentativo di farle sparire.

Sequestrate anche delle armi bianche

Nel corso della perquisizione, i carabinieri hanno trovato anche delle armi di proprietà del ragazzo. Si tratta di quattro spade con lame di lunghezza variabile tra gli 80 e i 100 centimetri, due pugnali con lama lunga circa 30 centimetri e due katane di circa un metro. Oggetti che non erano mai stati denunciati e che sono stati a loro volta sequestrati.

Al 31enne, dunque, viene contestata anche la detenzione illecita di armi bianche.

Coltivavano marijuana

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Condotti in carcere

Dopo l’arresto eseguito nella giornata di lunedì, una volta  espletate tutte le formalità di rito, l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di viale dei Tigli, a Biella. La giovane donna, invece, è stata condotta nella struttura di Vercelli.

Entrambi sono stati messi a disposizione del pubblico ministero di turno della procura di Biella, informato dalla stazione dei carabinieri di Netro.

A novembre un altro biellese era finito nei guai

L’uomo e la donna arrestati ieri, non sono i primi ad essere arrestati per il “pollice verde” e la passione per la marijuana. Pochi mesi fa, ad esempio, un altro biellese incensurato era finito nei guai.

Coltivava marijuana in casa, arrestato un giovane di Biella

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente