La Provincia di Biella > Cronaca > “C’è mercurio nell’acqua”, arrestato truffatore
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“C’è mercurio nell’acqua”, arrestato truffatore

Si è presentato di prima mattina alla porta di un 88enne e gli ha chiesto di mostrargli il contatore dell’acqua per verificare una probabile contaminazione da mercurio, nel frattempo un complice lo aspettava in auto.

Si è presentato di prima mattina alla porta di un 88enne e gli ha chiesto di mostrargli il contatore dell’acqua per verificare una probabile contaminazione da mercurio, nel frattempo un complice lo aspettava in auto.

Si è presentato di prima mattina alla porta di un 88enne e gli ha chiesto di mostrargli il contatore dell’acqua per verificare una probabile contaminazione da mercurio, nel frattempo un complice lo aspettava in auto.

E’ andata male questa volta al truffatore che ha tentato di mietere una nuova vittima in via Novara, a Romagnano Sesia.

Per sua sfortuna, infatti, alcuni vicini di casa si sono insospettiti e hanno chiamato i carabinieri. Il “palo”, alla vista dei militari, è riuscito a dileguarsi a bordo dell’auto, ma il falso “impiegato dell’azienda dell’acqua” si è trovato in trappola.

Sorprendente l’equipaggiamento trovato addosso al nomade: un rilevatore di metalli “Black & Decker” con avvisatore acustico e led di colore verde/rosso, una bomboletta di spray al peperoncino, una bomboletta di gas butano, una ricetrasmittente con auricolare, un tesserino di riconoscimento falso recante la dicitura “ACQUEDOTTO COMUNALE”, una chiavetta metallica per l’apertura dei box contatori, una agenda elettronica, un cappellino di stoffa con visiera e paraorecchie.

Fortunato Lagaren, 47enne nativo di Chivasso ma residente a Massa Carrara, nel locale campo nomadi, è stato dichiarato in arresto per tentata truffa e tentato furto, reati dei quali dovrà rispondere alla magistratura.

Considerato che la stessa identica truffa è stata messa a segno più volte anche nele nostre zone, sorge il sospetto che possa trattarsi della stessa persona che ha raggirato pensionati biellesi.

Chiunque riconoscesse il nomade arrestato quale autore di analoghi episodio delittuoso può mettersi in contatto con la stazione dei carabinieri di Romagnano Sesia al numero telefonico 0163-83.31.21 o all’indirizzo mail stno133220@carabinieri.it

Articolo precedente
Articolo precedente