La Provincia di Biella > Cronaca > Biellese sotto choc per la morte del turista travolto da un furgone
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Biellese sotto choc per la morte del turista travolto da un furgone

Ha sconvolto un intero paese la notizia della morte di Marco Perazio, 46 anni, investito ieri mattina a Finalpia, borgo di Finale Ligure, dove si trovava insieme alla famiglia per trascorrere qualche giorno di vacanza.

Ha sconvolto un intero paese la notizia della morte di Marco Perazio, 46 anni, investito ieri mattina a Finalpia, borgo di Finale Ligure, dove si trovava insieme alla famiglia per trascorrere qualche giorno di vacanza.

Ha sconvolto un intero paese la notizia della morte di Marco Perazio, 46 anni, investito ieri mattina a Finalpia, borgo di Finale Ligure, dove si trovava insieme alla famiglia per trascorrere qualche giorno di vacanza.

L’elettricista di Pettinengo è stato travolto da un furgone mentre faceva jogging sull’Aurelia. E’ già stata aperta un’inchiesta per stabilire cosa sia effettivamente successo. Stando alla prima sommaria ricostruzione, pare che il 46enne si stesse accingendo ad attraversare la strada quando è stato colpito dal veicolo. L’urto lo ha sbalzato a qualche metro di distanza e, cadendo, Perazio ha battuto violentemente la testa contro il marciapiede. Sembra che sia stato proprio il colpo al capo a rivelarsi fatale.

Il conducente del furgone ha immediatamente lanciato l’allarme, ma l’intervento dei sanitari del 118 si è rivelato del tutto inutile: per Perazio purtroppo non c’era più niente da fare.

Un incidente tanto tragico quanto incomprensibile. Pare, infatti, che l’autista stesse procedendo a bassa velocità al momento del tragico impatto. Potrebbe essere stato il sole (ancora basso alle 7 del mattino) a peggiorargli la visuale e a impedirgli di notare la presenza del pedone a bordo strada. Queste però, sono soltanto ipotesi. Spetterà alla magistratura trovare le risposte a tutte queste domande.

Adesso per i biellesi c’è spazio solo per il lutto. Quello della moglie, infermiera all’ospedale di Biella, dei due figli e di un’intera comunità che in queste ore sta piangendo per Marco, un uomo apprezzato e stimato che il destino ha voluto strappare alla vita troppo presto.

Articolo precedente
Articolo precedente