La Provincia di Biella > Cronaca > Aneurisma uccide Loretta Carboni, lutto nel Biellese
Cronaca Cossatese Valli Mosso e Sessera -

Aneurisma uccide Loretta Carboni, lutto nel Biellese

Celebrato martedì il funerale della donna di 57 anni scomparsa all'improvviso.

aneurisma uccide

Aneurisma uccide una donna molto conosciuta nel Biellese.

Aneurisma uccide Loretta Carboni, martedì il funerale

E’ stato celebrato martedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Soprana il funerale di Loretta Carboni, la donna scomparsa a causa di un aneurisma cerebrale che l’ha colpita mentre si trovava nella propria abitazione.  A salutarla per l’ultima volta erano in tanti, tutti coloro che le hanno voluto bene.

Il parroco: “Una donna volenterosa e amica di tutti”

A stemperare la commozione sono state le toccanti parole pronunciate dal parroco don Renzo Noris, il quale ha ricordato Loretta come una donna volenterosa, affabile e amica di tutti. La sua morte ha destato profondo cordoglio, non soltanto a Soprana, dove viveva con il marito Flavio, ma anche a San Giacomo di Masserano, dove lavorava da 14 anni presso la filatura pettinata Luisa.

Le parole commosse del marito: “Era una persona fantastica”

«Eravamo sposati da dieci anni – spiega il marito -. Avrebbe compiuto 58 anni il prossimo 31 maggio, proprio il giorno del nostro anniversario. Loretta era una donna fantastica. Aveva una grande passione per le bambole. Le collezionava da tanto tempo. In casa ne abbiamo una settantina. Amava tanto anche gli oggetti d’epoca. Avevamo in programma tanti progetti per il futuro. Non appena avesse raggiunto la pensione, il nostro sogno era quello di viaggiare. Ora di tutto ciò non mi resta che un ricordo. Purtroppo la mia Loretta se ne è andata per sempre».

Il datore di lavoro: “Lascia un vuoto incolmabile”

Alle sue parole fanno eco quelle del suo datore di lavoro Roberto Rimoldi: «Conoscevo Loretta da sempre. Abbiamo condiviso le stesse passioni. Era una persona squisita e generosa sia dal punto di vista lavorativo che umano. In ditta era sempre pronta a dare una mano. Le volevano tutti tanto bene. Ora che non c’è più, ha lasciato un vuoto veramente incolmabile».

Lascia anche la mamma e la sorella

Loretta, ha lasciato nel dolore oltre al marito Flavio anche la mamma Amelia e la sorella Marisa con Marco. La cara salma riposerà nel cimitero di Castelletto Cervo.

Mauro Pollotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente