La Provincia di Biella > Cronaca > All’una di notte chiama i carabinieri Una prostituta mi ha rubato i soldi
Cronaca Circondario -

All’una di notte chiama i carabinieri Una prostituta mi ha rubato i soldi

E' successo in corso Europa

All’una di notte chiama i carabinieri “Una prostituta mi ha rubato i soldi”.

Intervento del 112

“Una prostituta mi ha derubato”. A lanciare l’accusa, nella notte tra giovedì e venerdì, è stato un uomo residente nella nostra provincia. Verso l’una e mezza ha contattato il 112 per segnalare di aver appena subito un furto. A suo dire, una prostituta gli aveva portato via del denaro in corso Europa, davanti al centro commerciale, strada in cui abitualmente stazionano alcune ragazze in cerca di clienti.
Già noto alle forze dell’ordine, il 48enne sembrava essere sotto l’effetto dell’alcol, inoltre non sapeva indicare con certezza la somma sottratta: non aveva idea di quanti soldi gli fossero spariti.
Vista la situazione e la scarsa attendibilità dell’uomo in quel momento, è stato invitato a presentarsi in caserma la mattina seguente per sporgere l’eventuale denuncia.
Non è la prima volta che in città si verificano problemi simili. Nell’ultimo caso, però, era stata una giovane donna a chiamare i carabinieri.
Un cliente non le aveva pagato quanto pattuito per la prestazione, ne era nata una discussione e lei si era rivolta al 112. Protagonista dell’episodio, risalente alla fine di aprile e avvenuto in corso Lago Maggiore, era stata una ragazza nigeriana. L’uomo si era poi allontanato prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.
Sempre di recente, ma nel Basso Biellese, era stato un ciclista ad avere qualche problema con una “lucciola” e a rivolgersi alle forze dell’ordine.
Fermatosi per riparare la propria bicicletta, era stato aggredito verbalmente da una prostituta e aveva chiamato i carabinieri. Teatro della scena, il cavalcavia della provinciale 143, tra Vergnasco e Magnonevolo. Giunti sul posto, i militari avevano effettivamente trovato la donna. Il ciclista, invece, nel frattempo si era già allontanato. Rintracciato telefonicamente, aveva raccontato di essersi fermato in seguito a un problema con la bicicletta: mentre riparava il mezzo, la prostituta – evidentemente infastidita dalla presenza imprevista dell’uomo – lo aveva insultato ripetutamente per “invitarlo” ad andarsene via velocemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente