La Provincia di Biella > Cronaca > Aggrediti con bottiglie e sanpietrini
Cronaca Biella -

Aggrediti con bottiglie e sanpietrini

Urla, botte, bottiglie rotte e sanpietrini che volano. E’ successo ancora. La scena di ordinaria violenza si è ripetuta nella notte tra venerdì e sabato in Riva, nel cuore della movida biellese. Tredici contro due. E la concreta possibilità che qualcuno si facesse seriamente male.

Urla, botte, bottiglie rotte e sanpietrini che volano. E’ successo ancora. La scena di ordinaria violenza si è ripetuta nella notte tra venerdì e sabato in Riva, nel cuore della movida biellese. Tredici contro due. E la concreta possibilità che qualcuno si facesse seriamente male.

Urla, botte, bottiglie rotte e sanpietrini che volano. E’ successo ancora. La scena di ordinaria violenza si è ripetuta nella notte tra venerdì e sabato in Riva, nel cuore della movida biellese. Tredici contro due. E la concreta possibilità che qualcuno si facesse seriamente male.

Le prime scaramucce sono iniziate verso le 2 nei pressi di un locale biellese, difficile comprendere esattamente come e perché. «Non l’ho capito bene nemmeno io – racconta uno dei giovani aggrediti -. Due ragazzi hanno iniziato a venire addosso a me e a un mio amico, insultandoci, ma subito non ho dato tanto peso alla cosa».

E’ soltanto fuori dal locale, infatti, che la situazione è degenerata. «Quando siamo usciti – conitnua – ho visto che ci stavano aspettando, da due erano diventati tredici. Siamo stati spintonati e il buttafuori si è messo in mezzo per cercare di dividerci. Poi hanno iniziato a lanciarci bottiglie e sanpietrini e a quel punto il mio amico ed io siamo scappati verso via Serralunga».

Una decisione sensata che però non ha risolto il problema perché il gruppo, composto da persone di origine nordafricana, si è messo al loro inseguimento. Uno dei due giovani è caduto. Sono volati schiaffi, calci e pugni.

«A un certo punto – racconta ancora il ragazzo – sono arrivate delle macchine e loro all’improvviso sono andati via. Fortunatamente noi due non ci siamo fatti praticamente nulla, ma non oso immaginare cosa sarebbe successo se un sanpietrino ci avesse colpiti».

Articolo precedente
Articolo precedente