La Provincia di Biella > Cronaca > Addio a Roberto Greggio, “papà” dei donatori di sangue di Cossato
Cronaca Cossatese -

Addio a Roberto Greggio, “papà” dei donatori di sangue di Cossato

Una vita dedicata al gruppo Fidas. Questa è stata la priorità di Roberto Greggio, fondatore nel 1970 della sezione cossatese dei donatori di sangue, mancato domenica all’età di 72 anni dopo un periodo di malattia.

Una vita dedicata al gruppo Fidas. Questa è stata la priorità di Roberto Greggio, fondatore nel 1970 della sezione cossatese dei donatori di sangue, mancato domenica all’età di 72 anni dopo un periodo di malattia.

Una vita dedicata al gruppo Fidas. Questa è stata la priorità di Roberto Greggio, fondatore nel 1970 della sezione cossatese dei donatori di sangue, mancato domenica all’età di 72 anni dopo un periodo di malattia.

“E’ stato lui, con altri collaboratori, ad acquistare la sede di viale Pajetta – ricorda Stefano Bruscagin, presidente del gruppo-. Ha guidato con tenacia, come presidente, tutta la nostra squadra fino a qualche anno fa, poi aveva scelto di lasciare per far spazio a noi giovani, mantenendo l’incarico di presidente onorario; era il collante che ci teneva insieme. Gli dobbiamo molto. Roberto era stato insignito della medaglia Re Rebaudengo, la massima onorificenza dell’associazione data a chi diffonde con merito il valore di donare sangue”.

Il funerale, al quale hanno partecipato tutte le sezioni Fidas del Piemonte, è stato celebrato oggi alle 10 nella chiesa di Santa Maria Assunta. Roberto Greggio lascia la moglie Ivana Squillario, la figlia Nadia, i nipoti Andrea Tessarin, vice presidente Fidas, Rachele e Vittoria.

Articolo precedente
Articolo precedente