La Provincia di Biella > Cronaca > Addio a Gastone Gianni Piazza, un uomo d’altri tempi
Cronaca Cossatese -

Addio a Gastone Gianni Piazza, un uomo d’altri tempi

Il gioco delle bocce perde un grande stimatore. E' morto all'età di 82 anni Gastone Gianni Piazza, molto conosciuto, non solo in città, per i traguardi raggiunti in ambito sportivo e per il suo carattere gioviale. A tracciarne un ricordo speciale è l'amico Alexander Zoccola, con il quale ha condiviso la passione per le bocce.

Il gioco delle bocce perde un grande stimatore. E’ morto all’età di 82 anni Gastone Gianni Piazza, molto conosciuto, non solo in città, per i traguardi raggiunti in ambito sportivo e per il suo carattere gioviale. A tracciarne un ricordo speciale è l’amico Alexander Zoccola, con il quale ha condiviso la passione per le bocce.

Il gioco delle bocce perde un grande stimatore. E’ morto all’età di 82 anni Gastone Gianni Piazza, molto conosciuto, non solo in città, per i traguardi raggiunti in ambito sportivo e per il suo carattere gioviale. A tracciarne un ricordo speciale è l’amico Alexander Zoccola, con il quale ha condiviso la passione per le bocce.

“Gianni è stato una grande persona, una di quelle che ormai non ce ne sono quasi più – dice -. Sono cresciuto al suo fianco nel mondo delle bocciofile, una passione che abbiamo condiviso fino a quando la malattia, il morbo di Alzheimer, cinque anni fa ha iniziato a fermarlo. L’ultima volta che l’ho incontrato, qualche mese fa, mi riconosceva a stento. Insieme però, anni or sono, avevamo vissuto un episodio che gli era rimasto nel cuore. Eravamo stati ad Oropa e lui si era comprato tanto pane; diceva che era il migliore del mondo. Lo rivedo anche adesso, mentre tutto felice trasporta quel sacco, che lo sovrasta. L’ultima volta che ci siamo visti gli ho ricordato quella gita e il suo viso si è illuminato di gioia; si era subito ricordato di me”.

L’uomo, residente alla frazione Picchetta, è mancato venerdì scorso alla casa di riposo “Maria Grazia” di Lessona.  Nella vita professionale era odontotecnico; lavorava a Ponzone e a Biella. “Aveva iniziato l’attività nel 1958 e aveva lavorato fino al 2000 – aggiungono la moglie Lidia Paschetto  e la figlia Annalisa -. Era amico di tutti. Non voleva bisticciare con nessuno. Negli anni Settanta aveva fondato l’associazione sportiva ‘Ufo’, con la quale aveva portato il mondo delle bocce ad un alto livello. Dagli anni Novanta fino al 2010, era stato presidente della Società bocciofila lessonese ‘Filati Drago’. In seguito, si era ritirato a vita privata, anche per i motivi di salute che negli ultimi anni lo avevano portato in casa di riposo. Amava tutti gli sport, in particolare le bocce, specialità nella quale aveva vinto tante medaglie. Un sentito ringraziamento vorremmo esprimerlo alla dottoressa Carla Furno Marchese e alla direzione e al personale della residenza ‘Maria Grazia’ per il grande affetto dimostrato”.

La notizia della morte avviene a funerali avvenuti, lunedì scorso. Gastone Gianni Piazza lascia la moglie Lidia Paschetto, la figlia Annalisa, con Tommaso e Alessia e la sorella Caterina, con Giovanni e Filippo. La salma riposa nel cimitero di Capoluogo.

Anna Arietti

Articolo precedente
Articolo precedente