La Provincia di Biella > Cronaca > A Cossato sindaco e polizia municipale allontanano questuanti e posteggiatori abusivi
Cronaca Biella Circondario -

A Cossato sindaco e polizia municipale allontanano questuanti e posteggiatori abusivi

La polizia municipale di Cossato accompagnata dal primo cittadino Claudio Corradino ha effettuato ieri mattina una serie di controlli mirati ad evitare il proliferare in città di posteggiatori abusivi nell’area mercatale e di questuanti davanti ai supermercati."In particolare è stato - si legge nel comunicato stampa -  individuato ed identificato un uomo straniero residente a Novara mentre svolgeva attività di posteggiatore nel parcheggio del mercato, gli agenti della polizia municipale ed il sindaco Claudio Corradino hanno provveduto al suo allontanamento. Dopo pochi minuti si è provveduto all’identificazione di un questuante davanti ad un supermercato, in questo caso si trattava di un richiedente asilo ospitato in una struttura cossatese, anche in questo caso il soggetto è stato identificato ed allontanato.indetto e che si prolungheranno anche nelle prossime settimane. Non possiamo permettere che questi fenomeni di accattonaggio o di abusivismo vengano tollerati. Purtroppo la legge è molto blanda sull’argomento, mentre per i posteggiatori abusivi si può applicare il codice della strada, per i questuanti confido nel buonsenso dei miei concittadini. Si tratta di persone seguite, accudite e sfamate con i soldi dei contribuenti, non hanno bisogno di ulteriore denaro che non sappiamo se venga poi speso in modo lecito>Il segretario di Lega Nord Michele Mosca ed il Capogruppo al consiglio Comunale di Biella Giacomo Moscarola hanno così commentato: "Bene ha fatto il Sindaco Corradino ad intervenire, mentre assistiamo al totale immobilismo da parte dei suo collega di Biella Cavicchioli sull’argomento. Auspichiamo che la stessa decisione venga messa in campo anche per stroncare il problema al mercato del capoluogo, preda di molti posteggiatori abusivi. Chiediamo inoltre alla Prefettura di vigilare sulle cooperative al fine di evitare che chi percepisce già un sussidio da parte dello Stato, vada ancora a chiedere altri soldi per scopi oscuri".

La polizia municipale di Cossato accompagnata dal primo cittadino Claudio Corradino ha effettuato ieri mattina una serie di controlli mirati ad evitare il proliferare in città di posteggiatori abusivi nell’area mercatale e di questuanti davanti ai supermercati.

“In particolare è stato – si legge nel comunicato stampa –  individuato ed identificato un uomo straniero residente a Novara mentre svolgeva attività di posteggiatore nel parcheggio del mercato, gli agenti della polizia municipale ed il sindaco Claudio Corradino hanno provveduto al suo allontanamento. Dopo pochi minuti si è provveduto all’identificazione di un questuante davanti ad un supermercato, in questo caso si trattava di un richiedente asilo ospitato in una struttura cossatese, anche in questo caso il soggetto è stato identificato ed allontanato.

indetto e che si prolungheranno anche nelle prossime settimane. Non possiamo permettere che questi fenomeni di accattonaggio o di abusivismo vengano tollerati. Purtroppo la legge è molto blanda sull’argomento, mentre per i posteggiatori abusivi si può applicare il codice della strada, per i questuanti confido nel buonsenso dei miei concittadini. Si tratta di persone seguite, accudite e sfamate con i soldi dei contribuenti, non hanno bisogno di ulteriore denaro che non sappiamo se venga poi speso in modo lecito>

Il segretario di Lega Nord Michele Mosca ed il Capogruppo al consiglio Comunale di Biella Giacomo Moscarola hanno così commentato: “Bene ha fatto il Sindaco Corradino ad intervenire, mentre assistiamo al totale immobilismo da parte dei suo collega di Biella Cavicchioli sull’argomento. Auspichiamo che la stessa decisione venga messa in campo anche per stroncare il problema al mercato del capoluogo, preda di molti posteggiatori abusivi. Chiediamo inoltre alla Prefettura di vigilare sulle cooperative al fine di evitare che chi percepisce già un sussidio da parte dello Stato, vada ancora a chiedere altri soldi per scopi oscuri”.

La polizia municipale di Cossato accompagnata dal primo cittadino Claudio Corradino ha effettuato ieri mattina una serie di controlli mirati ad evitare il proliferare in città di posteggiatori abusivi nell’area mercatale e di questuanti davanti ai supermercati.

“In particolare è stato – si legge nel comunicato stampa –  individuato ed identificato un uomo straniero residente a Novara mentre svolgeva attività di posteggiatore nel parcheggio del mercato, gli agenti della polizia municipale ed il sindaco Claudio Corradino hanno provveduto al suo allontanamento. Dopo pochi minuti si è provveduto all’identificazione di un questuante davanti ad un supermercato, in questo caso si trattava di un richiedente asilo ospitato in una struttura cossatese, anche in questo caso il soggetto è stato identificato ed allontanato.

indetto e che si prolungheranno anche nelle prossime settimane. Non possiamo permettere che questi fenomeni di accattonaggio o di abusivismo vengano tollerati. Purtroppo la legge è molto blanda sull’argomento, mentre per i posteggiatori abusivi si può applicare il codice della strada, per i questuanti confido nel buonsenso dei miei concittadini. Si tratta di persone seguite, accudite e sfamate con i soldi dei contribuenti, non hanno bisogno di ulteriore denaro che non sappiamo se venga poi speso in modo lecito>

Il segretario di Lega Nord Michele Mosca ed il Capogruppo al consiglio Comunale di Biella Giacomo Moscarola hanno così commentato: “Bene ha fatto il Sindaco Corradino ad intervenire, mentre assistiamo al totale immobilismo da parte dei suo collega di Biella Cavicchioli sull’argomento. Auspichiamo che la stessa decisione venga messa in campo anche per stroncare il problema al mercato del capoluogo, preda di molti posteggiatori abusivi. Chiediamo inoltre alla Prefettura di vigilare sulle cooperative al fine di evitare che chi percepisce già un sussidio da parte dello Stato, vada ancora a chiedere altri soldi per scopi oscuri”.

Articolo precedente
Articolo precedente