La Provincia di Biella > Attualità > Vigili, gli aspiranti comandanti sono 33
Attualità Biella -

Vigili, gli aspiranti comandanti sono 33

Sono 33 gli aspiranti comandanti della polizia municipale di Biella. Nei giorni scorsi è scaduto il termine per la presentazione delle domande e a breve inizieranno i colloqui

Sono 33 gli aspiranti comandanti della polizia municipale di Biella. Nei giorni scorsi è scaduto il termine per la presentazione delle domande e a breve inizieranno i colloqui

Sono 33 gli aspiranti comandanti della polizia municipale di Biella. Nei giorni scorsi è scaduto il termine per la presentazione delle domande e a breve inizieranno i colloqui al termine dei quali la commissione esaminatrice proporrà al sindaco e alla giunta una cinquina di nomi per la scelta del vincitore, che avrà un contratto a tempo determinato. Prima ancora però la commissione dovrà valutare i requisiti di legge degli aspiranti e come spesso accade è possibile che qualche nome venga tagliato.

Tra coloro che hanno presentato domanda tre hanno un passato, o addirittura un presente, legato al corpo biellese dei vigili urbani.

Il primo infatti è l’attuale vicecomandante facente funzione Alberto Pollo, la cui carriera si è sviluppata interamente al comando di via Tripoli. Come ritorni, invece, da segnalare la presenza di Mario Rossi, responsabile del corpo di polizia fino alla giunta di Vittorio Barazzotto e del suo successore, l’ex colonnello della Finanza Maurizio Cianciotta, nominato dalla giunta di Dino Gentile la cui esperienza però fu interrotta dal diretto interessato che lasciò il posto per assumere analogo incarico a Bergamo.

Tra gli altri candidati, di cui sette sono donne, da segnalare la presenza dei comandanti della polizia municipale di Cremona  Albenga, del Commissario Mauro Casotto di Gaglianico e dei vicecomandanti di Roma e Torino.

La commissione giudicante invece sarà composta da tre persone, il segretario generale del comune di Biella e i comandanti dei vigili urbani di Cuneo e Vercelli.

Articolo precedente
Articolo precedente