La Provincia di Biella > Attualità > Via libera ai lavori di restyling di piazza Duomo
Attualità Biella Circondario -

Via libera ai lavori di restyling di piazza Duomo

Ha avuto finalmente il via, dopo anni di stallo, il progetto di rifacimento di piazza Duomo. La sua prima versione, opera dell’architetto Paolo Sorrenti, era risalente al 1995, ma la stesura definitiva, su cui si baserà l’intervento ora in preparazione, è del 2012.

Ha avuto finalmente il via, dopo anni di stallo, il progetto di rifacimento di piazza Duomo.

La sua prima versione, opera dell’architetto Paolo Sorrenti, era risalente al 1995, ma la stesura definitiva, su cui si baserà l’intervento ora in preparazione, è del 2012.

Ha avuto finalmente il via, dopo anni di stallo, il progetto di rifacimento di piazza Duomo.

La sua prima versione, opera dell’architetto Paolo Sorrenti, era risalente al 1995, ma la stesura definitiva, su cui si baserà l’intervento ora in preparazione, è del 2012. Già presentato nel 2013 dalla giunta Gentile, il progetto era stato osteggiato dall’allora minoranza PD, prima di essere rispolverato dalla giunta Cavicchioli senza peraltro apportarvi modifiche di sorta.

A rendere possibile tale restyling sarà la nuova convenzione che il Capitolo della Cattedrale e il Comune si apprestano a siglare: la concessione al Comune di Biella di piazza Duomo e piazza Monsignor Rossi sarà estesa da cinquanta a novant’anni. Il bando per l’assegnazione del cantiere, dal valore di 2,2 milioni di euro, dovrebbe seguire a ruota.

L’intervento si suddividerà in due lotti: uno da 900mila euro, suddivisi tra intervento statale e comunale (772mila e 128mila euro rispettivamente), e l’altro da un milione e 300mila euro (800mila regionali e 500mila comunali). Il cantiere annovera tra gli obiettivi la messa in posizione di altre panchine e luci, il rifacimento della pavimentazione nell’area di fronte al sagrato della Cattedrale, la piantumazione di nuovi alberi, forse platani, che circondino la piazza e la risistemazione dell’area che va dalla statua del Mosè al battistero.

La speranza dell’amministrazione comunale, che ha portato il sindaco Cavicchioli in persona ad interessarsi dell’accordo e del progetto, è che la modifica della convenzione possa accrescere la libertà d’azione di Palazzo Oropa nell’occupazione della piazza: l’idea sarebbe di sfruttare l’area non più solo per eventi saltuari, ma per ogni genere di mercatino o fiera, come già avvenuto a Natale con le giostre e la pista di pattinaggio.

Eric Repetto

Articolo precedente
Articolo precedente