La Provincia di Biella > Attualità > E’ in vendita anche il Privilege Cafè
Attualità Biella -

E’ in vendita anche il Privilege Cafè

Molto amato e frequentato dai giovani, è uno dei simboli della movida biellese.

E’ in vendita anche il Privilege Cafè.

Privilege Cafè in vendita

Il Privilege Cafè, uno dei pub più frequentati ed amati dai giovani biellesi, è in vendita. Per il momento rimane ancora aperto ma il proprietario, Alessandro Prina Mello, dopo ben sedici anni di attività ha nuovi obiettivi per il futuro. «Ho aperto il locale insieme a mio padre nel giugno del 2002. Siamo partiti per gioco fino a diventare il principale luogo d’incontro per le serate dei giovanissimi – commenta il titolare – Ad oggi però siamo cambiati noi, quest’anno compio quarant’anni e mi sto dedicando al mio nuovo bar, il Daily Cafè in via Italia, aperto lo scorso ottobre. Anche quest’attività richiede un grande impegno, distribuito nel corso dell’intera settimana. Portare avanti entrambi i locali è molto impegnativo. Ecco quindi la decisione di mettere in vendita il Privilege e la voglia di dedicarmi a qualcosa di diverso».

Storico simbolo della movida biellese

Storico punto di riferimento della movida biellese, quest’ultimo per anni ha fatto divertire generazioni di giovani. «Il vero successo è stato quello di essere per oltre un decennio uno dei pochi locali grandi adibiti al pre-serata presenti a Biella – continua Alessandro Prina Mello – Abbiamo, inoltre, sempre cercato di venire incontro alle esigenze della nostra clientela, sia seguendo le tendenze della musica sia rifacendo la parte estetica del locale ogni quattro-cinque anni per mantenere un look giovanile».  Da qui la volontà di far continuare il divertimento notturno biellese anche dopo la vendita dell’attività. «Al momento come ho detto il Privilege rimane aperto, ci tengo a precisarlo vista la preoccupazione già espressa da molti clienti, almeno fino a quando non troveremo un nuovo “successore” – conclude il titolare – Stiamo procedendo con l’intenzione di venderlo ad una persona che sia giovane come lo ero io all’apertura del locale e che sia interessata a mantenere gli stessi standard che per sedici anni hanno contraddistinto il pub. Se entro settembre non si arriverà ancora ad un accordo, comunque, riapriremo valutando anche la possibilità di allestire nel frattempo un estivo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente