La Provincia di Biella > Attualità > Una via cittadina intitolata a Giorgio Aiazzone
Attualità Biella -

Una via cittadina intitolata a Giorgio Aiazzone

La proposta del consigliere Filippo Regis

Una via cittadina intitolata a Giorgio Aiazzone.
La proposta del consigliere Filippo Regis
Il Consigliere Filippo Regis ha depositato nei giorni scorsi, con la sottoscrizione del Capogruppo PD Giuseppe Rasolo, una mozione che impegni il Sindaco e la Giunta ad intitolare una via cittadina alla figura di Giorgio Aiazzone.

Sono trascorsi da poco i 30 anni dalla scomparsa dell’imprenditore avvenuta a causa di un incidente aereo il 6 Luglio 1986 e Venerdi’ 30 Novembre scorso, presso il Castello di Verrone, si e’ tenuta una serata interamente dedicata al ricordo del mobiliere che , attraverso la sua innovativa strategia comunicativa mirata all’utilizzo di un nascente sistema televisivo privato , ha portato innegabilmente il nome di Biella nelle case di milioni di italiani.
Un appuntamento che ha visto la partecipazione di un numero considerevole di persone a dimostrazione di come la figura di Aiazzone abbia rappresentato e rappresenti un pezzo innegabilmente importante della storia della Citta’;
Le vicende che hanno interessato il marchio del mobilificio portandolo ad un indegno naufragio commerciale ad opera di personaggi che nulla avevano a che vedere con la Famiglia Aiazzone, hanno offuscato inesorabilmente il ricordo di una gloriosa attivita’ commerciale che ha portato, fra l’altro, allo sviluppo stesso della Strada Trossi e delle attivita’ che vi sorgevano come ha ricordato Vittorio Musso, patron di Biella Scarpe.
Da qui l’idea, condivisa con Elisabetta Aiazzone (primogenita di Giorgio) di commemorarne la figura intitolandogli una via della Citta’; una dimostrazione tangibile e indelebile della riconoscenza di una comunita’ nei confronti di un suo figlio che ha rappresentato un esempio di imprenditore visionario e lungimirante e, nel proprio campo, un’indubbia eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente