La Provincia di Biella > Attualità > Una raccolta di firme per Marcella Aiazzone
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Una raccolta di firme per Marcella Aiazzone

Marcella Aiazzone non si arrende. Anzi, è determinata a fare sempre più sul serio. Prosegue lo sciopero della fame e la protesta davanti al tribunale di Torino, dove si reca ogni giorno da un mese e mezzo, per chiedere con forza che sia fatta giustizia.

Marcella Aiazzone non si arrende. Anzi, è determinata a fare sempre più sul serio. Prosegue lo sciopero della fame e la protesta davanti al tribunale di Torino, dove si reca ogni giorno da un mese e mezzo, per chiedere con forza che sia fatta giustizia.

Marcella Aiazzone non si arrende. Anzi, è determinata a fare sempre più sul serio. Prosegue lo sciopero della fame e la protesta davanti al tribunale di Torino, dove si reca ogni giorno da un mese e mezzo, per chiedere con forza che sia fatta giustizia.

“Lì dentro sono ferme tre cause contro chi ha distrutto il mio futuro – afferma -. Tre procedimenti bloccati da tempo: due contro curatori fallimentari e giudici, l’altro contro chi ha gestito e spolpato il patrimonio  della mia famiglia”.

Ma non è finita qui.  E’ stata avviata anche una raccolta di firme  per ottenere una seria presa di posizione da parte del ministro di Grazia e Giustizia, Andrea Orlando “contro chi insulta la toga e tratta in maniera disumana la gente che chiede aiuto”.

Il documento è on line. E’ sufficiente collegarsi al sito www.avaaz.org/it/petition/Andrea_Orlando_Ministro_di_grazia_e_giustizia_Giustizia_per_Marcella_Aiazzone.

e.f.

Ampio servizio sulla Nuova Provincia di Biella, in edicola oggi a 1,20 euro.

Articolo precedente
Articolo precedente