La Provincia di Biella > Attualità > Un evento dedicato al cibo biellese
Attualità, Eventi e cultura Biella -

Un evento dedicato al cibo biellese

Un evento di tre giorni a luglio per mettere in vetrina il meglio dell’agroalimentare “Made in Biella”.  Lo sta organizzando l’Ascom cittadina, l’area prescelta è quella del nuovo parcheggio realizzato in cima a via Torino, all’angolo con via Bertodano.

Un evento di tre giorni a luglio per mettere in vetrina il meglio dell’agroalimentare “Made in Biella”.  Lo sta organizzando l’Ascom cittadina, l’area prescelta è quella del nuovo parcheggio realizzato in cima a via Torino, all’angolo con via Bertodano.

Un evento di tre giorni a luglio per mettere in vetrina il meglio dell’agroalimentare “Made in Biella”.  Lo sta organizzando l’Ascom cittadina, l’area prescelta è quella del nuovo parcheggio realizzato in cima a via Torino, all’angolo con via Bertodano.

 «Il progetto è in fase abbastanza avanzata – spiega Mario Novaretti, presidente dell’Ascom – e non appena saranno definiti i dettagli lo presenteremo all’assessore al commercio del Comune. Lo facciamo per valorizzare i nostri prodotti e farli conoscere a chi viene da fuori e anche per quei biellesi che a luglio non vanno in vacanza e resteranno in città”.

Inevitabile pensare ad una risposta tutta biellese al Mercato Europeo che recentemente ha invaso il centro cittadino con la sua offerta di piatti e prodotti tipici provenienti da tutta Europa, manifestazione organizzata ormai da diversi anni dalla Federazione italiana venditori ambulanti.’
Ma non è certo quella la motivazione – precisa Novaretti – in provincia le aziende iscritte alla Federazione pubblici esercizi sono oltre 500 e più volte è arrivata la richiesta di organizzare un evento che sia promozionale per queste attività. Ovviamente le aziende che parteciperanno saranno solo quelle autorizzate alla somministrazione in pubblico di prodotti e saranno prevalentemente biellesi. Poi se per una particolare situazione, che so, la vendita di tartufi, ma è un esempio, abbiamo richieste da fuori le accoglieremo”.

Conclude Novaretti: «Stiamo riscontrando un certo interesse tra le aziende cui abbiamo proposto l’iniziativa, contiamo di annunciarla pubblicamente al più presto».

Articolo precedente
Articolo precedente