La Provincia di Biella > Attualità > Stavolta anche Pietro Micca sta con i francesi
Attualità Valle Cervo -

Stavolta anche Pietro Micca sta con i francesi

Anche il "nostro" Pietro Micca, passato alla storia per aver combattuto i francesi, stavolta si schiera con i cugini d'Oltralpe. Sabato scorso a Sagliano, sul monumento che lo ricorda, è comparso il tricolore transalpino.

Anche il “nostro” Pietro Micca, passato alla storia per aver combattuto i francesi, stavolta si schiera con i cugini d’Oltralpe. Sabato scorso a Sagliano, sul monumento che lo ricorda, è comparso il tricolore transalpino.

Anche il “nostro” Pietro Micca, passato alla storia per aver combattuto i francesi, stavolta si schiera con i cugini d’Oltralpe. Sabato scorso a Sagliano, sul monumento che lo ricorda, è comparso il tricolore transalpino.

Ma il bleu, blanc et rouge sul militare saglianese è solo una delle tante manifestazioni per ricordare le vittime degli attentati terroristici che venerdì 13 novembre hanno colpito la cittadinanza parigina.

Poco importa che Pietro Micca sia ricordato proprio per il sacrificio compiuto contro i francesi, che stavano per prendere Torino. Nel 1706, infatti, fece esplodere un barilotto di 20 chili di polvere da sparo per far crollare una delle gallerie che conducevano alla Cittadella, dove stavano per sopraggiungere le truppe transalpine che assediavano la città. Il tempo era pochissimo, così scelse una miccia corta anziché lunga, consapevole del rischio che avrebbe corso. L’esplosione impedì ai francesi di passare, ma costò la vita al soldato-minatore biellese.

Articolo precedente
Articolo precedente