La Provincia di Biella > Attualità > Scuole superiori chiuse: studenti a casa anche domani
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Scuole superiori chiuse: studenti a casa anche domani

Le giornate di maltempo e i disastri sulle strade biellesi hanno "regalato" agli studenti un imprevisto weekend lungo. Dopo aver perso le giornate di giovedì e venerdì, i ragazzi delle superiori resteranno a casa anche domani. E' quanto stabilito nel vertice di oggi andato in scena in prefettura.

Le giornate di maltempo e i disastri sulle strade biellesi hanno “regalato” agli studenti un imprevisto weekend lungo. Dopo aver perso le giornate di giovedì e venerdì, i ragazzi delle superiori resteranno a casa anche domani. E’ quanto stabilito nel vertice di oggi andato in scena in prefettura.

Le giornate di maltempo e i disastri sulle strade biellesi hanno “regalato” agli studenti un imprevisto weekend lungo. Dopo aver perso le giornate di giovedì e venerdì, i ragazzi delle superiori resteranno a casa anche domani. E’ quanto stabilito nel vertice di oggi andato in scena in prefettura.

Il motivo è sempre lo stesso: non il rischio di piogge o allagamenti, ma l’impossibilità per gli autobus di effettuare i giri scuola a causa della situzione delle rete viaria provinciale. Troppo strade ancora chiuse, dunque, per garantire l’effettivo funzionamento del trasporto pubblico.

Le lezioni ricominceranno molto probabilmente martedì, tra oggi e domani la Provincia cercherà delle soluzioni insieme all’Atap. Molto probabilmente le linee verranno provvisoriamente modificate.

“Le scuole sono chiuse perché la circolazione è ancora molto difficile – conferma il presidente della provincia, Emanuele Ramella Pralungo -, ci sono decine di strade provinciali inagibili. Siamo consapevoli della necessità di riaprire il prima possibile, tre giorni di assenza forzata comportano delle difficoltà anche per le famiglie. A qualsiasi cosa, però, anteponiamo prima di tutto la sicurezza dei ragazzi. Oggi abbiamo iniziato a verificare dove sia possibile circolare con i mezzi pesanti, entro domani dovrebbero essere pronti dei tragitti alternativi provvisori”.

Articolo precedente
Articolo precedente