La Provincia di Biella > Attualità > Rifugi biellesi, ecco le mete più gettonate
Attualità Biella -

Rifugi biellesi, ecco le mete più gettonate

Rifugi biellesi cambia l'accoglienza

Rifugi biellesi, ecco le mete più gettonate.

Tempo libero

Come riporta Eco di Biella (vedi qui) ci sono (sempre più rari) gli alpinisti, che pernottano, per poi partire all’alba verso le salite più impegnative. Ci sono i trekkers (quasi solo stranieri) che fanno tappa lungo le traversate di più giorni. E poi, sempre più numerosi, gli escursionisti “della domenica”.  E ai classici rifugi, accessibili solo a piedi, si aggiungono quelli serviti da impianti – come l’Albergo Savoia e il rifugio Rosazza, nei pressi dell’arrivo della Funivia di Oropa, o il rifugio Monte Marca a Bielmonte – oppure da piste sterrate.
E per chi vuole cimentarsi con un vero e proprio trekking, alcuni di questi rifugi sono collegati da due percorsi: la GTA (Grande Traversata delle Alpi), che attraversa il Biellese con quattro tappe, dal rifugio Rivetti al rifugio Coda, e l’Alta Via delle Alpi Biellesi, un itinerario alpinistico in quota che per filo di cresta percorre tutta la cerchia delle nostre montagne, unendo i villaggi alpini di Piedicavallo e Bagneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente