La Provincia di Biella > Attualità > Ragazza scomparsa sul Web: “Sto bene”. Ma il padre: “Non è lei che scrive”
Attualità Fuori provincia -

Ragazza scomparsa sul Web: “Sto bene”. Ma il padre: “Non è lei che scrive”

Ha solo 17 anni

Ragazza scomparsa sul suo profilo il post “Sto bene”, ma il padre: “Non è lei che scrive”. L’uomo disperato sta cercando la figlia Runa Moccia da ormai 18 giorni.

Ragazza scomparsa

E’ disperato il padre di Runa Moccia, la diciassettenne di cui non si hanno più notizie dal 29 luglio scorso che ha deciso di rivolgersi alla trasmissione Chi l’ha Visto? e al passaparola del web pubblicato una foto della ragazza e i numeri cui rivolgersi se qualcuno la incontra. «Mia figlia era ospite da un anno di una comunità nei dintorni di Villafranca – racconta il padre – Io l’ho incontrata appena due giorni prima della scomparsa e mi è sembrata del tutto normale. Ma dal 29 luglio non sappiamo più nulla di lei. Si è allontanata dalla comunità lasciando il suo cellulare in camera, quindi forse non può nemmeno chiamare aiuto o avvertirci sul luogo in cui si trova. Sono molto preoccupato e chiedo a tutti di aiutarmi. Sono troppi giorni che non si fa sentire».

Segnalazioni a Fossano e sul treno per Torino

Qualche segnalazione, da quando il padre ha messo l’avviso di scomparsa, è già arrivata e lui ha provato a verificarle tutte, una per una. «Mi hanno detto che una ragazza che assomiglia a Runa è stata vista a Fossano e io sono andato lì per due giorni ma non l’ho incontrata. Poi la segnalazione di lei sul treno per Torino. E’ da due giorni che vado avanti e indietro in treno e la cerco per le vie di Torino ma ancora non ho notizie precise di lei. Per favore aiutatemi a ritrovarla». Il padre invita chiunque abbia notizie di Runa a rivolgersi immediatamente ai carabinieri, visto che si tratta di una minorenne e quindi è possibile per loro trattenerla una volta rintracciata. Oppure, per segnalazioni, chiamare direttamente lui al numero 328/0522938.

Il post su Facebook

La ragazza ieri, mercoledì 15 agosto, alle 17.46 sul suo profilo Facebook scrive un post: “Sto bene”. Ma sin da subito il papà non crede che sia stata la giovane a postarlo. E proprio Piero Moccia commenta: “Ciao Runa sono papà, per favore chiama. Io ho capito subito che non sei tu a scrivere. Che sei impedita. Digli a questa persona che sta peggiorando le cose. Fallo ragionare che tutto si può risolvere. Mi rivolgo a te, lascia che mia figlia mi chiami e la vengo a prendere. Ragiona, è meglio per tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente