La Provincia di Biella > Attualità > Qualche grado in meno, ma il caldo non se ne andrà
Attualità Biella Circondario -

Qualche grado in meno, ma il caldo non se ne andrà

Chi spera che il gran caldo sia passato così come indicano voci ricorrenti, non si faccia alcuna illusione. Per almeno una settimana le temperature rimarranno costantemente sopra i trenta gradi. Non si arriveranno alle punte record di 35, 36 gradi di questi giorni ma poco ci manca.

Chi spera che il gran caldo sia passato così come indicano voci ricorrenti, non si faccia alcuna illusione.

Per almeno una settimana le temperature rimarranno costantemente sopra i trenta gradi. Non si arriveranno alle punte record di 35, 36 gradi di questi giorni ma poco ci manca.

Chi spera che il gran caldo sia passato così come indicano voci ricorrenti, non si faccia alcuna illusione.

Per almeno una settimana le temperature rimarranno costantemente sopra i trenta gradi. Non si arriveranno alle punte record di 35, 36 gradi di questi giorni ma poco ci manca.

L’anticiclone africano è ben piantato sul Biellese, e su tutta la Penisola, e non ha alcuna intenzione di mollare la presa. Secondo le previsioni meteo solamente nella giornata di venerdì la temperatura massima sarà di 29 gradi ma poi fino a metà della prossima settimana bisognerà sopportare. L’unica consolazione per il Biellese è che ogni tanto ci saranno dei temporali che potranno portare un po’ di refrigerio, ma null’altro.

Per fortuna, per quanto riguarda l’aspetto sanitario, sia l’ospedale di Biella sia il Servizio di emergenza 118 a differenza di quanto è accaduto in altre zone del Nord Italia non segnalano particolari criticità. In questi ultimi giorni  l’afflusso al pronto soccorso del nuovo ospedale è risultato nella norma del periodo.

Questo però non vuol dire che  è possibile abbassare la guardia. Restano validi i consigli dati dagli esperti tra cui bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) a temperatura non eccessivamente bassa  ricordando che la temperatura ideale di una bibita, quella che permette un veloce assorbimento e un giusto raffreddamento, è intorno ai 10 gradi. In particolare gli anziani devono prestare particolare attenzione in quanto lo stimolo della sete spesso diminuisce con l´età avanzata; evitare di bere alcolici, caffè, bevande gassate o zuccherate.

L´assunzione di bevande alcoliche deprime i centri nervosi e stimola la diuresi, condizioni entrambe sfavorevoli alla dispersione di calore. Mangiare molta frutta e verdure; fare pasti leggeri, preferendo pasta e carboidrati a carne e formaggi fermentati. Evitare di consumare cibi troppo caldi. Evitare di uscire tra le 12 e le 17. Vestirsi con abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, di cotone, lino o comunque fibre naturali.

Articolo precedente
Articolo precedente