La Provincia di Biella > Attualità > “Pendolari, lunedì da incubo per un albero caduto”
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“Pendolari, lunedì da incubo per un albero caduto”

Il lunedì, si sa, è la giornata più difficile per i lavoratori, alle prese con una nuova settimana. Chi per lavoro deve anche viaggiare si trova a dover fare i conti con il tempo degli spostamenti, che certamente aggrava il peso del lunedì.

Il lunedì, si sa, è la giornata più difficile per i lavoratori, alle prese con una nuova settimana. Chi per lavoro deve anche viaggiare si trova a dover fare i conti con il tempo degli spostamenti, che certamente aggrava il peso del lunedì.

Il lunedì, si sa, è la giornata più difficile per i lavoratori, alle prese con una nuova settimana. Chi per lavoro deve anche viaggiare si trova a dover fare i conti con il tempo degli spostamenti, che certamente aggrava il peso del lunedì. Chi viaggia con Trenitalia, però, oltre al lunedì deve mettere in conto l’avventura. Già perché se il venerdì è spesso giornata di scioperi, il lunedì è la giornata della fantasia, che spesso poi caratterizza la settimana, prolungando disagi e disservizi.

Oggi l’incubo è l’albero caduto sulla linea Biella-Novara, ammesso che sia vero – a volte noi viaggiatori smettiamo di credere a ciò che ci raccontano le ferrovie, forse perché spesso sono scuse per coprire gravi mancanze -, che ha completamente interrotto la linea. Per andare a Novara oggi si passa da Santhià. Interessante ciò che è accaduto ai pendolari di Cossato, che hanno dovuto, ma si può anche dire potuto, andare da Cossato a Biella, quindi a Santhià e quindi a Novara. Non manca chi ha scelto di attrezzarsi con mezzi propri, quindi con il solito aggravio di spesa sugli abbonamenti già pagati.

Ed è solo lunedì…

Marco Vigliocco

Articolo precedente
Articolo precedente