La Provincia di Biella > Attualità > Partorisce in casa il suo primo bimbo
Attualità Fuori provincia -

Partorisce in casa il suo primo bimbo

Il parto come una volta, in casa, tra l’amore dei genitori e con l’assistenza di due ostetriche. E’ successo il 29 luglio a Roasio, alle porte della provincia di Biella. Mamma Francesca Manini e papà Luca Micheletti hanno deciso di organizzare un parto in casa per accogliere il loro piccolo Jos.

Il parto come una volta, in casa, tra l’amore dei genitori e con l’assistenza di due ostetriche. E’ successo il 29 luglio a Roasio, alle porte della provincia di Biella. Mamma Francesca Manini e papà Luca Micheletti hanno deciso di organizzare un parto in casa per accogliere il loro piccolo Jos.

Il parto come una volta, in casa, tra l’amore dei genitori e con l’assistenza di due ostetriche. E’ successo il 29 luglio a Roasio, alle porte della provincia di Biella. Mamma Francesca Manini e papà Luca Micheletti hanno deciso di organizzare un parto in casa per accogliere il loro piccolo Jos.

«E’ nato il 29 luglio a Roasio nella nostra stanza da letto – raccontano i genitori -. Sembra fossero più di 50 anni che non nasceva un bimbo a Roasio in casa. Abbiamo deciso di permettergli di nascere in casa e non in ospedale per svariate ragioni e per farlo in completa sicurezza è stato necessario contattare due ostetriche libere professioniste che ci hanno accompagnato nel percorso della gravidanza, il giorno del parto e durante il puerperio tutto».

Tutto è andato per il meglio. Francesca, la neo mamma, al suo primo parto, ha avuto un travaglio di 8 ore e Jos è nato con la camicia come si suole dire. Il parto non è stato indotto ma semplicemente è avvenuto con i tempi che madre natura aveva stabilito. Il dolore delle doglie e del travaglio sono stati attenuati con metodi naturali come docce calde, massaggi e movimenti, assecondando e guidando la neo mamma in questa fase naturalmente dolorosa.

Articolo precedente
Articolo precedente