La Provincia di Biella > Attualità > Nuova “stelletta” per Fabio Bellitto: il maggiore è diventato tenente colonnello
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Nuova “stelletta” per Fabio Bellitto: il maggiore è diventato tenente colonnello

Bella novità per il maggiore Fabio Bellitto, comandante del nucleo investigativo Carabinieri di Biella. A partire dal primo luglio è diventato tenente colonnello. Il grado (la seconda stelletta, dopo la torre, da apporre sulla divisa) gli è arrivato proprio in questi giorni.

Bella novità per il maggiore Fabio Bellitto, comandante del nucleo investigativo Carabinieri di Biella. A partire dal primo luglio è diventato tenente colonnello. Il grado (la seconda stelletta, dopo la torre, da apporre sulla divisa) gli è arrivato proprio in questi giorni.

Bella novità per il maggiore Fabio Bellitto, comandante del nucleo investigativo Carabinieri di Biella. A partire dal primo luglio è diventato tenente colonnello. Il grado (la seconda stelletta, dopo la torre, da apporre sulla divisa) gli è arrivato proprio in questi giorni. 47 anni, originario di Belluno, Fabio Bellitto dopo il diploma ha conseguito la laurea di primo livello in scienze della sicurezza, quella di secondo livello in sicurezza esterna.

Laureato anche in giurisprudenza a Roma, è sposato e ha due figlie, Sabrina, di 7 anni e Giulia, di cinque. Si è arruolato nell’Arma nell’87. Da allora ha prestato servizio in mezza Italia: Milano, campobasso, Velletri, Vicenza, Modena, Laives, Roma, Bologna. Prima di giungere a Biella ha comandato le compagnie di Castelfranco veneto e Fasano. Al comando provinciale di via fratelli Rosselli è stato prima comandante del reparto operativo, poi dal 2011 del nucleo investigativo, oltre che vice comandante provinciale. Nel corso della sua brillante carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti: la croce d’oro per anzianità di servizio,  medaglia di bronzo per lungo comando, medaglie e croci per due missioni (in Kosovo nel 2000, in Bosnia nel 2003  e nel 2005 in Iraq). Ha ricevuto inoltre  due elogi scritti  per le missioni all’estero e quest’anno   per il caso subito risolto dell’omicidio di Vallanzengo. E’ tra l’altro stato insignito del titolo di cavaliere della Repubblica.

Da parte di tutti i militari in forza al comando provinciale giungono i migliori auguri per l’importante promozione ottenuta.

Articolo precedente
Articolo precedente