La Provincia di Biella > Attualità > Nel caos i nuovi abbonamenti del treno
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Nel caos i nuovi abbonamenti del treno

Gravi disagi per i pendolari con l'inizio del mese. Da dicembre, infatti, l'abbonamento Formula, che permette di viaggiare con il treno e con i mezzi pubblici a Torino, sarà solo elettronico. La Regione Piemonte sta cercando di ampliare l'uso del Biglietto Integrato Piemonte (la tessera BIP), ma non sta filando tutto liscio.

Gravi disagi per i pendolari con l’inizio del mese. Da dicembre, infatti, l’abbonamento Formula, che permette di viaggiare con il treno e con i mezzi pubblici a Torino, sarà solo elettronico. La Regione Piemonte sta cercando di ampliare l’uso del Biglietto Integrato Piemonte (la tessera BIP), ma non sta filando tutto liscio.

Gravi disagi per i pendolari con l’inizio del mese. Da dicembre, infatti, l’abbonamento Formula, che permette di viaggiare con il treno e con i mezzi pubblici a Torino, sarà solo elettronico. La Regione Piemonte sta cercando di ampliare l’uso del Biglietto Integrato Piemonte (la tessera BIP), ma non sta filando tutto liscio. «Le biglietterie – afferma Marco Vigliocco, presidente dell’Associazione Pendolari Biellese – non sono pronte. Molti non sono ancora riusciti a rinnovare il loro abbonamento Formula e per non incappare in sanzioni hanno optato per l’abbonamento a chilometri, che non prevede la possibilità di usufruire dei mezzi pubblici a Torino. Stiamo raccogliendo le varie segnalazioni per trasmetterle alla Regione in modo da risolvere questa situazione di disagio.

Il personale Trenitalia addetto all’emissione dei titoli di viaggio non è stato adeguatamente formato  – prosegue Vigliocco – e sono numerosi i disagi per i viaggiatori. Per chi non fosse ancora in possesso della nuova tessera deve sollecitare nel form dei contatti sul sito trenitalia: la segnalazione arriva direttamente all’ufficio del direttore e, per lo meno, verrà fornita una risposta adeguata.

“Ci si può recare anche nella biglietteria di Torino, – conclude  il presidente dell’associazione Pendolari biellesi – ma c’è un solo addetto in grado di eseguire la procedura e i tempi di attesa sono eccessivi».

Fino al 31 dicembre l’abbonamento cartaceo Formula può essere venduto esclusivamente ai possessori della tessera provvisoria cartacea che non abbiano ancora ricevuto la nuova tessera elettronica BIP o Pyou (quest’ultima rivolta ai giovani tra i 15 e i 29 anni).

Chi, invece, è ancora in possesso degli abbonamenti cartacei può ancora utilizzarli fino al 31 gennaio.

Mario Monteleone

Articolo precedente
Articolo precedente