La Provincia di Biella > Attualità > Morta la tabaccaia Irene Barberis Organista
Attualità Circondario -

Morta la tabaccaia Irene Barberis Organista

Storica commerciante

Morta la tabaccaia Irene Barberis Organista.

Lutto

Una vita trascorsa per tanti anni a contatto con la gente, nella sua tabaccheria. Qualche giorno fa, nella chiesa parrocchiale di Pratrivero, erano in molti a salutare per l’ultima volta Irene Barberis Organista, 92 anni, ex commerciante e membro di una delle famiglie più note del paese. Da molti anni in pensione, durante la malattia si era trasferita dalla figlia Donata, dove era rimasta sino alla fine. La sua ultima attività l’aveva vista impegnata, per decenni, nella tabaccheria di frazione Lora, aperta con il marito Luigi Mazza. Chi l’ha conosciuta la ricorda dietro al bancone a dare consigli sui vari acquisti: era una persona che sapeva accogliere i clienti e che parlava volentieri con loro. La sua cordialità era infatti una delle sue caratteristiche principali, oltre alla professionalità.

Imparò il mestiere nel negozio della zia

Ma Irene era nata in una famiglia dove il contatto con le persone era importante. Il papà era sarto, e quindi lei conosceva bene i tessuti e tutti i segreti della sartoria. Fin da piccola poi frequentava il negozio della zia Ines, storica bottega in frazione Pratrivero. Il negozio, come si usava in quegli anni, era una specie di bazar dove si vendevano generi diversi. In pratica lei lì aveva imparato il mestiere del commerciante. In un secondo tempo, quando la zia era morta, era stata lei a prendere le redini dell’attività, che aveva portato avanti sino agli anni Cinquanta, periodo in cui si era sposata.

Lavorò pure alla “Giletti”

In precedenza tra le sue altre attività lavorative c’è anche stato l’impiego nella ditta “Giletti” iniziato all’età di 14 anni. La donna era stata scelta per lavorare nello spaccio dell’azienda visto che conosceva i tessuti, sapeva come trattare il taglio e aveva un approccio naturale con i clienti. Questa sua abilità di dedicarsi, oltre che alla famiglia, al commercio le ha permesso di conoscere molte persone che venivano abitualmente anche nella sua tabaccheria di Lora, dove ha trascorso buona parte della sua vita.

In molti al suo funerale

In molti hanno voluto accompagnare l’anziana donna nel suo ultimo viaggio partecipando al funerale e unendosi al dolore dei figli Gianni Mazza con Paola, Martino e Margherita e Donata con Giancarlo, dei fratelli Giacomino e Giovanni con le rispettive famiglie e di tutti gli altri parenti. Il corteo in auto ha raggiunto il cimitero della frazione dove è stata tumulata nella tomba di famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente