La Provincia di Biella > Attualità > La strada per l’ospedale è stata… promossa
Attualità Biella -

La strada per l’ospedale è stata… promossa

Ha superato il primo esame la nuova strada che collegherà la città al nuovo ospedale. Il nastro di asfalto, che corre parallelo alla Biella-Mongrando tra via Cottolengo e via Rosselli e s'interseca con il prolungamento di corso 53° Fanteria, ha passato il collaudo tecnico.

Ha superato il primo esame la nuova strada che collegherà la città al nuovo ospedale. Il nastro di asfalto, che corre parallelo alla Biella-Mongrando tra via Cottolengo e via Rosselli e s’interseca con il prolungamento di corso 53° Fanteria, ha passato il collaudo tecnico.

Ha superato il primo esame la nuova strada che collegherà la città al nuovo ospedale di regione Villanetto. Il nastro di asfalto, che corre parallelo alla Biella-Mongrando tra via Cottolengo e via Rosselli e s’interseca con il prolungamento di corso 53° Fanteria, ha passato il collaudo tecnico, svoltosi alla presenza dell’assessore ai lavori pubblici Valeria Varnero. Un secondo sopralluogo è in programma per giovedì e, nel frattempo, si completeranno le ultime opere mancanti: «Quasi tutti i punti luce – spiega l’assessore – sono in funzione, ma per esempio non è ancora presente ovunque la segnaletica orizzontale che, per ragioni di sicurezza, non può mancare. E che, nei giorni di pioggia, non è stato possibile tracciare. Di certo tutto sarà pronto per il giorno del passaggio delle prime ambulanze che traslocheranno i pazienti».

Ovvero lunedì prossimo, giorno in cui, secondo il programma stilato dall’Asl 12, inizierà il trasferimento vero e proprio dei degenti nei nuovi reparti.

«Il vero collaudo “sul campo” è arrivato con la pioggia torrenziale di questi giorni» sottolinea Valeria Varnero. «La strada ha tenuto, senza allagarsi e consentendo alle acque di defluire in sicurezza». Il maltempo delle ultime settimane ha comunque rallentato i lavori, che comunque saranno terminati in tempo. «Con l’ultimo passaggio tecnico di giovedì – prosegue l’assessore – consegneremo la documentazione al comune di Ponderano per gli ultimi passaggi burocratici».

Articolo precedente
Articolo precedente