La Provincia di Biella > Attualità > In pieno giorno rissa con ferito ai Giardini Zumaglini
Attualità Biella Circondario -

In pieno giorno rissa con ferito ai Giardini Zumaglini

Ieri pomeriggio poco dopo le 17 all’interno dei Giardini Zumaglini, è scoppiata una violenta rissa, l'ennesima, poco distante dal parco giochi per bambini, ad opera dei soliti noti. Sul posto gli agenti di polizia rintracciavano un sudanese con una vistosa ferita, ancora sanguinante, alla testa. L'uomo riferiva  di essere stato aggredito e colpito con una pietra da un uomo che gli aveva sottratto il cellulare. Mentre il sudanese veniva trasportato al pronto soccorso, gli agenti delle volanti individuavano alla fontana di viale Matteotti una persona intenta a lavarsi le mani ancora sporche di sangue, e con nelle tasche una pietra. Così R.M. di 34 anni, e una donna, P.S. di 32 sono stati portati in questura e sottoposti a perquisizione. 

Ieri pomeriggio poco dopo le 17 all’interno dei Giardini Zumaglini, è scoppiata una violenta rissa, l’ennesima, poco distante dal parco giochi per bambini, ad opera dei soliti noti. Sul posto gli agenti di polizia rintracciavano un sudanese con una vistosa ferita, ancora sanguinante, alla testa. L’uomo riferiva  di essere stato aggredito e colpito con una pietra da un uomo che gli aveva sottratto il cellulare. Mentre il sudanese veniva trasportato al pronto soccorso, gli agenti delle volanti individuavano alla fontana di viale Matteotti una persona intenta a lavarsi le mani ancora sporche di sangue, e con nelle tasche una pietra. Così R.M. di 34 anni, e una donna, P.S. di 32 sono stati portati in questura e sottoposti a perquisizione. 

Ieri pomeriggio poco dopo le 17 all’interno dei Giardini Zumaglini, è scoppiata una violenta rissa, l’ennesima, poco distante dal parco giochi per bambini, ad opera dei soliti noti. Sul posto gli agenti di polizia rintracciavano un sudanese con una vistosa ferita, ancora sanguinante, alla testa. L’uomo riferiva  di essere stato aggredito e colpito con una pietra da un uomo che gli aveva sottratto il cellulare. Mentre il sudanese veniva trasportato al pronto soccorso, gli agenti delle volanti individuavano alla fontana di viale Matteotti una persona intenta a lavarsi le mani ancora sporche di sangue, e con nelle tasche una pietra. Così R.M. di 34 anni, e una donna, P.S. di 32 sono stati portati in questura e sottoposti a perquisizione.  

Articolo precedente
Articolo precedente