La Provincia di Biella > Attualità > Il comune cerca 12 giovani laureati per attivare nuovi tirocini
Attualità Biella -

Il comune cerca 12 giovani laureati per attivare nuovi tirocini

A un anno di distanza dal primo esperimento, tornano i tirocini formativi per giovani laureati da svolgersi nei vari uffici del Comune. Da novembre 2016 sono già stati undici i laureati che hanno approfittato di questa opportunità, rendendosi nel contempo utili all'attività dell'amministrazione: ne sono un esempio i due tirocinanti che, all'ufficio tributi, hanno seguito le pratiche del check up del cittadino, che consentiva ai biellesi di verificare di essere in regola o meno con il pagamento di imposte, tariffe o contravvenzioni. I posti a disposizione in questa tornata sono dodici. I requisiti principali sono avere non più di 29 anni, essere appena laureati, risiedere in Piemonte, non avere ancora un impiego. Il rimborso spese mensile, a fronte di un impegno di 30 ore settimanali, sarà di 600 euro.

A un anno di distanza dal primo esperimento, tornano i tirocini formativi per giovani laureati da svolgersi nei vari uffici del Comune. Da novembre 2016 sono già stati undici i laureati che hanno approfittato di questa opportunità, rendendosi nel contempo utili all’attività dell’amministrazione: ne sono un esempio i due tirocinanti che, all’ufficio tributi, hanno seguito le pratiche del check up del cittadino, che consentiva ai biellesi di verificare di essere in regola o meno con il pagamento di imposte, tariffe o contravvenzioni. I posti a disposizione in questa tornata sono dodici. I requisiti principali sono avere non più di 29 anni, essere appena laureati, risiedere in Piemonte, non avere ancora un impiego. Il rimborso spese mensile, a fronte di un impegno di 30 ore settimanali, sarà di 600 euro.

A un anno di distanza dal primo esperimento, tornano i tirocini formativi per giovani laureati da svolgersi nei vari uffici del Comune. Da novembre 2016 sono già stati undici i laureati che hanno approfittato di questa opportunità, rendendosi nel contempo utili all’attività dell’amministrazione: ne sono un esempio i due tirocinanti che, all’ufficio tributi, hanno seguito le pratiche del check up del cittadino, che consentiva ai biellesi di verificare di essere in regola o meno con il pagamento di imposte, tariffe o contravvenzioni. I posti a disposizione in questa tornata sono dodici. I requisiti principali sono avere non più di 29 anni, essere appena laureati, risiedere in Piemonte, non avere ancora un impiego. Il rimborso spese mensile, a fronte di un impegno di 30 ore settimanali, sarà di 600 euro.

I posti a disposizione sono due all’ufficio tributi, uno all’ufficio parchi e giardini, uno all’ufficio montagna, uno all’ufficio strade, uno all’ufficio edilizia pubblica e impianti, uno alla protezione civile, uno ai servizi sociali, uno alle politiche abitative, uno alla Biblioteca Ragazzi, uno al Museo del Territorio e uno al servizio performance e qualità. Per ogni posizione, è requisito necessario aver conseguito una laurea (non oltre i dodici mesi precedenti l’inizio del tirocinio) nell’ambito per il quale si svolgerà lo stage. L’elenco delle lauree per ogni progetto è specificato nell’avviso pubblicato in allegato a questa pagina web.

Le domande vanno presentate entro lunedì 27 novembre (il modulo è a sua volta in allegato a questa pagina web) e spedite in uno dei seguenti modi: per raccomandata all’indirizzo del Comune di Biella (via Battistero 4), direttamente all’Ufficio Protocollo di Palazzo Oropa (via Battistero 4, orari di apertura lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12 e dalle 14,15 alle 16 e giovedì dalle 8 alle 16) o al Servizio Risorse Umane di Palazzo Pella (via Tripoli 48, orari di apertura lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12 e dalle 14 alle 17 e giovedì dalle 8,30 alle 17), oppure via posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.comunebiella@pec.it o ancora via fax al numero 015.3507463. Alla domanda andranno sempre allegati la copia del documento di identità e il curriculum. Sarà criterio preferenziale, al momento della scelta del candidato per ogni posizione, la residenza in città o in subordine in provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente