La Provincia di Biella > Attualità > “Gratta e vinci” da 100mila euro
Attualità Fuori provincia -

“Gratta e vinci” da 100mila euro

Baciato dalla fortuna

“Gratta e vinci” da 100mila euro alla tabaccheria dei fratelli Grazioli.
Valduggia pescato un biglietto vincente

La dea bendata ha puntato ancora il suo dito su Valduggia. A tre anni dalla precedente consistente vincita, alla tabaccheria edicola Grazioli del paese la fortuna ha sorriso ancora una volta. Un cliente ha vinto 100mila euro con un “gratta e vinci” da venti euro. Che la vincita fosse di quelle molto sostanziose lo si è capito quando, dopo aver scoperto i numeri sulla scheda, è stato necessario inserire il “gratta e vinci” nella macchina che verifica i premi: «Dubbioso sull’esito, il giocatore ci ha passato la scheda per chiedere una conferma – spiegano i fratelli Stefano e Fernando Grazioli, titolari della tabaccheria valduggese -: una volta inserita sul display è comparsa la scritta “importo pagabile solo in banca”. Abbiamo capito che non si trattava di qualche decina di euro, ma di una cifra ben superiore».
Una bella sorpresa

Ad aver letto la frase, accanto agli esercenti c’era anche il fortunato valduggese: «Non ci credeva, gli sembrava impossibile – commentano -: all’istante il suo viso ha cambiato colore tanto è stata forte l’emozione. Abbiamo avuto l’impressione che potesse svenire da un momento all’altro». Anche se conoscono bene il vincitore, i titolari della tabaccheria mantengono il riserbo: «Non ci sembra corretto svelare il suo nome – osservano -. Semmai vorrà farlo sapere sarà lui a dirlo, ma certamente non lo facciamo noi: è la risposta che stiamo dando ai tanti curiosi che da quando si è sparsa la voce, vengono in negozio per avere notizie».
Le vincite precedenti

La scheda fortunata è della serie “100X”. «Non era la prima volta che il cliente acquistava un “gratta e vinci” – dicono i titolari -, ma non è certamente un giocatore abituale, che gioca con frequenza. Ogni tanto ne compra uno, ma di rado. E così è stato anche sabato. Poi lo ha grattato e la sua giornata ha preso decisamente un’altra piega».
La tabaccheria di via Roma non è nuova a vincite sostanziose: tre anni fa, era il 20 settembre 2015, un cliente si era assicurato 200mila euro con un “gratta e vinci” da 3 euro. Ed esattamente come allora le vendite dei “gratta e vinci” sono cresciute: «Da quando la notizia si è diffusa sono sicuramente aumentate le persone venute appositamente per acquistare uno, o più, schede e tentare la fortuna» confermano i fratelli Grazioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente