La Provincia di Biella > Attualità > Gestione Forum, il Comune ci mette 125mila euro
Attualità Biella -

Gestione Forum, il Comune ci mette 125mila euro

"Alla luce di queste considerazioni - conclude la nota -, lo sforzo del Comune per sostenere Pallacanestro Biella nella gestione del Forum non è inferiore ma addirittura superiore al passato. Non è un peso, perché si tratta di un'eccellenza della nostra città e di un patrimonio di entusiasmo che i biellesi e l’amministrazione comunale sentono proprio. Ma, siccome di “cosa pubblica” si tratta, non possiamo derogare al principio di oculatezza nello spendere il denaro dei cittadini di Biella, specie in periodi in cui la crisi si fa sentire a tutti i livelli".

“Alla luce di queste considerazioni – conclude la nota -, lo sforzo del Comune per sostenere Pallacanestro Biella nella gestione del Forum non è inferiore ma addirittura superiore al passato. Non è un peso, perché si tratta di un’eccellenza della nostra città e di un patrimonio di entusiasmo che i biellesi e l’amministrazione comunale sentono proprio. Ma, siccome di “cosa pubblica” si tratta, non possiamo derogare al principio di oculatezza nello spendere il denaro dei cittadini di Biella, specie in periodi in cui la crisi si fa sentire a tutti i livelli”.

Nel corso di un incontro con l’amministratore delegato Giovanni D’Adamo, il Comune ha formulato la sua proposta per far tornare nelle mani di Pallacanestro Biella la gestione diretta del Forum, concedendo l’impianto alla società per sette giorni su sette e non solo per tre, come era invece accaduto con l’ultima convenzione che andrà in scadenza solo il prossimo 17 dicembre 2014.

“La proposta – si legge in una nota stampa firmata dal sindaco Marco Cavicchioli e dall’assessore allo sport Teresa Barresi – ricalca le cifre dell’ultima intesa sottoscritta da Comune e Pallacanestro Biella nel 2012/2013, ultimo anno in cui il club si è occupato della gestione dell’impianto: alla società sportiva verrebbe concesso gratuitamente il Forum con un contributo aggiuntivo per la gestione dell’impianto (che è ancora in fase sperimentale) di 100mila euro, a cui si vorrebbe sommare uno stanziamento di 25mila euro per trasformare a Led l’illuminazione del campo da gioco, in modo da abbattere ulteriormente i costi per l’energia elettrica. In pratica si tratta di uno stanziamento da parte della collettività di 125mila euro, 2mila euro in meno della cifra che il Comune aveva previsto nel 2012/2013, per consentire a Pallacanestro Biella di tornare a pieno titolo in quella che è stata fin dalla fase di progettazione la sua casa esclusiva e nel frattempo investendo in un lavoro che consentirebbe di abbattere del 50% il costo della bolletta energetica.

“In questo modo – prosegue la nota congiunta di Cavicchioli e Barresi – sarebbe rispettato il principio di efficienza e risparmio che dovrebbe guidare l’amministrazione della cosa pubblica, non una novità per il Forum dove l’installazione dell’impianto fotovoltaico consente al Comune di “vendere” elettricità ai gestori incassando un introito extra da energia pulita. Ma siccome, in regime di gestione diretta, le bollette sono a carico del gestore, l’installazione delle luci a Led si può configurare anche come un contributo indiretto, provocando una minor spesa di gestione a Pallacanestro Biella. Inoltre, a differenza dell’accordo precedente, il Comune intende adempiere alla manutenzione straordinaria dell’impianto, che rappresenta un costo non di poco conto. Questo è l’impegno che ci sentiamo di mettere nero su bianco in una bozza di contratto.

“Alla luce di queste considerazioni – conclude la nota -, lo sforzo del Comune per sostenere Pallacanestro Biella nella gestione del Forum non è inferiore ma addirittura superiore al passato. Non è un peso, perché si tratta di un’eccellenza della nostra città e di un patrimonio di entusiasmo che i biellesi e l’amministrazione comunale sentono proprio. Ma, siccome di “cosa pubblica” si tratta, non possiamo derogare al principio di oculatezza nello spendere il denaro dei cittadini di Biella, specie in periodi in cui la crisi si fa sentire a tutti i livelli”.


Articolo precedente
Articolo precedente