La Provincia di Biella > Attualità > Il figlio di William e Kate veste Made in Biella
Attualità Biella -

Il figlio di William e Kate veste Made in Biella

Realizzata con filati Tollegno 900

Il figlio di William e Kate veste Made in Biella.

Preziosa trapuntina

Cosa lega Louis Arthur Charles, terzogenito dei reali britannici Kate e William, venuto al mondo lunedì 23 aprile al nostro Biellese? La risposta è la coperta di prezioso tessuto con il quale il neonato era avvolto mentre i due regali genitori lo presentavano al mondo intero all’uscita dell’ospedale. La trapuntina infatti è realizzata con finissima lana merino prodotta dalla “Tollegno 1900”, uno dei nomi storici del tessile biellese che ha il suo principale stabilimento proprio a Tollegno. Da anni infatti l’azienda ha tra i suoi affezionati clienti la fabbrica artigiana britannica “G H Hurt & Son” che è fornitrice della casa reale fin dai tempi in cui la regina Elisabetta ha dato alla luce Carlo, ovvero settant’anni fa. Tanto che anche i fratelli maggiori dell’ultimo arrivato in casa Windsor, ovvero George e Charlotte, erano stati mostrati ai sudditi ben protetti da una coperta uguale.
La collaborazione tra le due ditte va avanti dal 2011, con evidente soddisfazione di tutti visto che la famiglia reale continua a privilegiare l’utilizzo di questo tipo di plaid che ha anche un nome che è tutto un programma, “Harmony”. Si tratta in particolare di un tessuto super-fine lana merino, la soluzione ideale per avvolgere con morbidezza un bambino. In color bianco avorio, rifinito a mano con bordo ondulato secondo la tradizione delle isole Shetland; caldo ma estremamente leggero, grazie anche alla lavorazione, è morbido e piacevole al tatto e al contatto con le pelli più delicate. Inoltre come afferma la ditta britannica, può essere anche impiegato come elegante coperta per un battesimo o un’occasione importante: in definitiva filati speciali per gente speciale.
Con 1000 dipendenti nel mondo, oggi “Tollegno 1900” è leader mondiale nel settore tessile laniero essendo verticalmente integrato nella filiera produttiva. Tra i suo punti di forza il progetto “Sheep to Shop”, un percorso per i suoi clienti che rende tracciabile e certificato tutto il percorso produttivo partendo dall’allevamento degli animali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente