La Provincia di Biella > Attualità > Festa dell’Unità saltata, quest’anno a Cossato non si farà
Attualità Cossatese -

Festa dell’Unità saltata, quest’anno a Cossato non si farà

Per via dei lavori al mercato coperto, storica sede della manifestazione.

festa dell'unità

Festa dell’Unità addio. O meglio, arrivederci al prossimo anno.

Festa dell’Unità di Cossato rinviata

La consueta Festa dell’Unità promossa dal Pd Cossatese purtroppo quest’anno non potrà essere organizzata. Il motivo è da attribuire ai lavori di ristrutturazione del mercato coperto, pensati e avviati proprio nella fase in cui il Circolo sarebbe dovuto entrare nel momento clou dell’organizzazione.

“Rimandata al prossimo anno”

«Questo problema – spiega il segretario del circolo Pd di Cossato Fabrizio Cavalotti -, ci ha spinto a rimandare la classica Festa del’Unità al prossimo anno. Sono troppe le incognite sui tempi e sulla fine dei lavori, per poter avviare la macchina in tempo utile per il primo weekend di giugno come è ormai diventata tradizione di recente».

Eventi estivi in altre sedi

Il Circolo sta quindi organizzando una serie di eventi estivi in altre sedi, che a breve verranno resi noti. «Momenti di svago – continua Cavalotto – per vederci e rafforzare il nostro spirito di comunità e fare politica pur con il sorriso. Se la festa quindi non si potrà fare, vista la situazione particolare della location storica, il Circolo non starà fermo. Anzi, rilancerà».

Preoccupazione per i tempi dei lavori

E proprio sui lavori recenti presso il mercato coperto, secondo il segretario ci sarebbero dei problemi in vista: «Apriamo una piccola parentesi preoccupante. Ci giunge voce che il termine dei lavori sia soltanto temporaneo, e che quindi dovranno riprendere. C’è inoltre preoccupazione per i lavori nei box, sui quali non vediamo alcuna certezza. Questo è il clima che ci spinge a organizzare le nostre iniziative in modo diverso e in un luogo diverso per quest’anno, con l’auspicio che tutto sia risolto per il prossimo».

 

Mauro Pollotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente