La Provincia di Biella > Attualità > Ecco quanto costano nei supermercati biellesi i sacchetti per frutta e verdura
Attualità Biella -

Ecco quanto costano nei supermercati biellesi i sacchetti per frutta e verdura

A partire dal 1° gennaio 2018 anche i sacchetti per imbustare frutta e verdura sono a pagamento. È infatti entrata in vigore la nuova tassa sulla spesa, che costringe i consumatori a sborsare da 1 a 3 centesimi per ognuna delle bustine utilizzate per confezionare frutta e verdura nei supermercati. Naturalmente, anche i biellesi, come del resto, la  maggior parte degli italiani, non si dicono per nulla favorevoli a questa nuova legge. Facendo un giro per alcuni supermercati abbiamo cercato di capire quali sono quelli che hanno applicato il minimo della spesa  sul costo del  sacchetto quindi un centesimo: Coop del Centro commerciale  Gli Orsi 2 centesimi, Lidl di corso Europa  2 centesimi, Penny Market di viale Macallè 2 centesimi, Euro SPin di via Rosselli 1 centesimo, Famila di via Rosselli 1 centesimo, A & O 1 centesimo, Esselunga di via Lamarmora 1 centesimo.        Certo, non si tratta di un costo elevatissimo, ma facendo due righe di calcoli, alla fine dell’anno anche questa voce è destinata a pesare.  Di fatto, insomma, i consumatori non potranno aggirare il nuovo obbligo di pagare le bustine trasparenti dei supermercati, perché per ragioni igieniche sarà vietato portare da casa i sacchetti da utilizzare all’interno del supermercato per imbustare frutta, verdura, ma anche il pane e altri alimenti sfusi.

A partire dal 1° gennaio 2018 anche i sacchetti per imbustare frutta e verdura sono a pagamento. È infatti entrata in vigore la nuova tassa sulla spesa, che costringe i consumatori a sborsare da 1 a 3 centesimi per ognuna delle bustine utilizzate per confezionare frutta e verdura nei supermercati.
 Naturalmente, anche i biellesi, come del resto, la  maggior parte degli italiani, non si dicono per nulla favorevoli a questa nuova legge. Facendo un giro per alcuni supermercati abbiamo cercato di capire quali sono quelli che hanno applicato il minimo della spesa  sul costo del  sacchetto quindi un centesimo: Coop del Centro commerciale  Gli Orsi 2 centesimi, Lidl di corso Europa  2 centesimi, Penny Market di viale Macallè 2 centesimi, Euro SPin di via Rosselli 1 centesimo, Famila di via Rosselli 1 centesimo, A & O 1 centesimo, Esselunga di via Lamarmora 1 centesimo.
       Certo, non si tratta di un costo elevatissimo, ma facendo due righe di calcoli, alla fine dell’anno anche questa voce è destinata a pesare.
  Di fatto, insomma, i consumatori non potranno aggirare il nuovo obbligo di pagare le bustine trasparenti dei supermercati, perché per ragioni igieniche sarà vietato portare da casa i sacchetti da utilizzare all’interno del supermercato per imbustare frutta, verdura, ma anche il pane e altri alimenti sfusi.

A partire dal 1° gennaio 2018 anche i sacchetti per imbustare frutta e verdura sono a pagamento. È infatti entrata in vigore la nuova tassa sulla spesa, che costringe i consumatori a sborsare da 1 a 3 centesimi per ognuna delle bustine utilizzate per confezionare frutta e verdura nei supermercati.
 Naturalmente, anche i biellesi, come del resto, la  maggior parte degli italiani, non si dicono per nulla favorevoli a questa nuova legge. Facendo un giro per alcuni supermercati abbiamo cercato di capire quali sono quelli che hanno applicato il minimo della spesa  sul costo del  sacchetto quindi un centesimo: Coop del Centro commerciale  Gli Orsi 2 centesimi, Lidl di corso Europa  2 centesimi, Penny Market di viale Macallè 2 centesimi, Euro SPin di via Rosselli 1 centesimo, Famila di via Rosselli 1 centesimo, A & O 1 centesimo, Esselunga di via Lamarmora 1 centesimo.
       Certo, non si tratta di un costo elevatissimo, ma facendo due righe di calcoli, alla fine dell’anno anche questa voce è destinata a pesare.
  Di fatto, insomma, i consumatori non potranno aggirare il nuovo obbligo di pagare le bustine trasparenti dei supermercati, perché per ragioni igieniche sarà vietato portare da casa i sacchetti da utilizzare all’interno del supermercato per imbustare frutta, verdura, ma anche il pane e altri alimenti sfusi.

Articolo precedente
Articolo precedente