La Provincia di Biella > Attualità > Don Remo, parroco “bionico”
Attualità Biella -

Don Remo, parroco “bionico”

Affrontare la processione notturna da Fontainemore a Oropa non è da tutti; farlo a qualche mese da un grave infortunio a una gamba e un braccio, è impresa per pochi.

Affrontare la processione notturna da Fontainemore a Oropa non è da tutti; farlo a qualche mese da un grave infortunio a una gamba e un braccio, è impresa per pochi.

Affrontare la processione notturna da Fontainemore a Oropa non è da tutti; farlo a qualche mese da un grave infortunio a una gamba e un braccio, è impresa per pochi. Don Remo Baudrocco, ad esempio, è uno di questi: non si è fatto fermare nemmeno dal dolore e non si è voluto perdere l’appuntamento con una delle più antiche e suggestive tradizioni religiose locali.

Il sacerdote di Chiavazza ha preso parte alla processione e camminato tutta la notte – come dimostra questa fotografia pubblicata sul gruppo Facebook Sei di Chiavazza se… -, nonostante il fastidioso incidente di cui è stato protagonista durante l’ultima sfilata del Carnevale di Chiavazza.

Caduto mentre lanciava coriandoli, don Remo si era fratturato una rotula e un braccio ed era stato costretto a sottoporsi a un doppio intervento chirurgico, al quale era seguito un lungo periodo di riabilitazione.

Articolo precedente
Articolo precedente