La Provincia di Biella > Attualità > Da oggi la corsa ai saldi
Attualità, Economia Biella -

Da oggi la corsa ai saldi

Lasciate alle spalle le spese natalizie,  tutti gli amanti dello shopping potranno nuovamente dare sfogo alla loro voglia di acquisti. Nella giornata di venerdì a Biella, così come nell’intero Piemonte, inizieranno infatti i saldi invernali, che si protrarranno fino al  2 marzo. A stabilirlo è  l'ordinanza firmata dal sindaco Marco Cavicchioli che, come da tradizione, fissa i periodi in cui i commercianti possono mettere in vendita nei loro negozi  la merce a prezzi convenienti.      Le previsioni a tal proposito sembrano incoraggianti, così come confermato dal presidente di Ascom Mario Novaretti: «E’ da giorni che i cittadini  cercano notizie riguardanti i saldi, a testimonianza del  fatto che c’è interesse sulla tematica. Per questo ci attendiamo la baraonda specialmente nelle giornate iniziali delle offerte. Sulla scia delle ottime vendite registrate nel periodo natalizio per l’abbigliamento, inoltre, ci aspettiamo che sia proprio questo il settore più gettonato dagli amanti dello shopping a caccia di occasioni».     Anche per la stagione in corso  i negozi promettono ribassi di partenza anche più alti del solito: «I commercianti cominceranno ad applicare sconti del 30-40% sulla merce in vendita,  valori che andando avanti potranno arrivare anche al 70% - continua Mario Novaretti - Per incentivare le vendite gli esercizi commerciali potranno inoltre rimanere aperti nella giornata dell’Epifania e nelle domeniche successive. Le luminarie rimarranno accese fino al 7 gennaio e, su richiesta dei nostri soci, potremmo anche organizzare degli spettacoli di animazione ed intrattenimento nel centro cittadino».L’unica accortezza per i consumatori è, come al solito, quella di prestare attenzione ai prezzi sui cartellini.  «Ci auspichiamo come tutti gli anni la serietà e la correttezza dei nostri associati e non  al fine di tutelare i clienti - conclude il presidente di Ascom - Proprio per questo motivo abbiamo  invitato tutti  gli esercenti a rispettare i prezzi di partenza degli articoli in vendita, senza aumentare il valore della merce prima di  applicare i ribassi, così come già accaduto in un caso in passato. E’ importante comunque non generalizzare per non creare inutili allarmismi, ma resta la possibilità per tutti i cittadini di segnalarci eventuali scorrettezze durante il  periodo dei saldi».   

Lasciate alle spalle le spese natalizie,  tutti gli amanti dello shopping potranno nuovamente dare sfogo alla loro voglia di acquisti. Nella giornata di venerdì a Biella, così come nell’intero Piemonte, inizieranno infatti i saldi invernali, che si protrarranno fino al  2 marzo. A stabilirlo è  l’ordinanza firmata dal sindaco Marco Cavicchioli che, come da tradizione, fissa i periodi in cui i commercianti possono mettere in vendita nei loro negozi  la merce a prezzi convenienti.
      Le previsioni a tal proposito sembrano incoraggianti, così come confermato dal presidente di Ascom Mario Novaretti: «E’ da giorni che i cittadini  cercano notizie riguardanti i saldi, a testimonianza del  fatto che c’è interesse sulla tematica. Per questo ci attendiamo la baraonda specialmente nelle giornate iniziali delle offerte. Sulla scia delle ottime vendite registrate nel periodo natalizio per l’abbigliamento, inoltre, ci aspettiamo che sia proprio questo il settore più gettonato dagli amanti dello shopping a caccia di occasioni».
     Anche per la stagione in corso  i negozi promettono ribassi di partenza anche più alti del solito: «I commercianti cominceranno ad applicare sconti del 30-40% sulla merce in vendita,  valori che andando avanti potranno arrivare anche al 70% – continua Mario Novaretti – Per incentivare le vendite gli esercizi commerciali potranno inoltre rimanere aperti nella giornata dell’Epifania e nelle domeniche successive. Le luminarie rimarranno accese fino al 7 gennaio e, su richiesta dei nostri soci, potremmo anche organizzare degli spettacoli di animazione ed intrattenimento nel centro cittadino».
L’unica accortezza per i consumatori è, come al solito, quella di prestare attenzione ai prezzi sui cartellini.  «Ci auspichiamo come tutti gli anni la serietà e la correttezza dei nostri associati e non  al fine di tutelare i clienti – conclude il presidente di Ascom – Proprio per questo motivo abbiamo  invitato tutti  gli esercenti a rispettare i prezzi di partenza degli articoli in vendita, senza aumentare il valore della merce prima di  applicare i ribassi, così come già accaduto in un caso in passato. E’ importante comunque non generalizzare per non creare inutili allarmismi, ma resta la possibilità per tutti i cittadini di segnalarci eventuali scorrettezze durante il  periodo dei saldi».   

Lasciate alle spalle le spese natalizie,  tutti gli amanti dello shopping potranno nuovamente dare sfogo alla loro voglia di acquisti. Nella giornata di venerdì a Biella, così come nell’intero Piemonte, inizieranno infatti i saldi invernali, che si protrarranno fino al  2 marzo. A stabilirlo è  l’ordinanza firmata dal sindaco Marco Cavicchioli che, come da tradizione, fissa i periodi in cui i commercianti possono mettere in vendita nei loro negozi  la merce a prezzi convenienti.
      Le previsioni a tal proposito sembrano incoraggianti, così come confermato dal presidente di Ascom Mario Novaretti: «E’ da giorni che i cittadini  cercano notizie riguardanti i saldi, a testimonianza del  fatto che c’è interesse sulla tematica. Per questo ci attendiamo la baraonda specialmente nelle giornate iniziali delle offerte. Sulla scia delle ottime vendite registrate nel periodo natalizio per l’abbigliamento, inoltre, ci aspettiamo che sia proprio questo il settore più gettonato dagli amanti dello shopping a caccia di occasioni».
     Anche per la stagione in corso  i negozi promettono ribassi di partenza anche più alti del solito: «I commercianti cominceranno ad applicare sconti del 30-40% sulla merce in vendita,  valori che andando avanti potranno arrivare anche al 70% – continua Mario Novaretti – Per incentivare le vendite gli esercizi commerciali potranno inoltre rimanere aperti nella giornata dell’Epifania e nelle domeniche successive. Le luminarie rimarranno accese fino al 7 gennaio e, su richiesta dei nostri soci, potremmo anche organizzare degli spettacoli di animazione ed intrattenimento nel centro cittadino».
L’unica accortezza per i consumatori è, come al solito, quella di prestare attenzione ai prezzi sui cartellini.  «Ci auspichiamo come tutti gli anni la serietà e la correttezza dei nostri associati e non  al fine di tutelare i clienti – conclude il presidente di Ascom – Proprio per questo motivo abbiamo  invitato tutti  gli esercenti a rispettare i prezzi di partenza degli articoli in vendita, senza aumentare il valore della merce prima di  applicare i ribassi, così come già accaduto in un caso in passato. E’ importante comunque non generalizzare per non creare inutili allarmismi, ma resta la possibilità per tutti i cittadini di segnalarci eventuali scorrettezze durante il  periodo dei saldi».   

Articolo precedente
Articolo precedente