La Provincia di Biella > Attualità > “Cosa ci fa un autovelox incustodito sulla Trossi?”
Attualità Basso Biellese -

“Cosa ci fa un autovelox incustodito sulla Trossi?”

La lotta degli automobilisti contro gli autovelox è pressochè quotidiana. Così, quando è possibile prendere in castagna chi gli autovelox li utilizza per lavoro, i conducenti non fanno sconti.

La lotta degli automobilisti contro gli autovelox è pressochè quotidiana. Così, quando è possibile prendere in castagna chi gli autovelox li utilizza per lavoro, i conducenti non fanno sconti.

La lotta degli automobilisti contro gli autovelox è pressochè quotidiana. Così, quando è possibile prendere in castagna chi gli autovelox li utilizza per lavoro, i conducenti non fanno sconti.

Questa fotografia è stata scattata giovedì lungo la strada Trossi da un automobilista che si chiede e chiede: «Gradirei far notare come il comune di Massazza usi l’autovelox mobile lasciandolo incostudito. Forse magari per racimolare qualche “spiccio”, dal momento che 50 metri più avanti vi sono i dissuasori fissi arancioni?».

Lasciarli incustoditi può essere rischioso. Le cronache nazionali riportano casi in cui automobilisti che viaggiavano oltre il limite, pur di non sborsare centinaia di euro e perdere punti, si sono impossessati dell’apparecchiatura.

Articolo precedente
Articolo precedente