La Provincia di Biella > Attualità > Clamoroso, Valeria Cavallo squalificata dal Tor des Geants per colpa dei post del papà
Attualità Biella -

Clamoroso, Valeria Cavallo squalificata dal Tor des Geants per colpa dei post del papà

Una vicenda incredibile

Clamoroso e triste epilogo per la gara di Valeria Cavallo, impegnata nel massacrante Tor des Geants. L’atleta biellese è stata squalificata a pochi chilometri dall’arrivo con una motivazione incredibile. A raccontarlo è il padre Andrea Cavallo su Facebook.

“Devo scrivere subito – scrive – perchè forse dopo non riuscirei più a farlo. Valeria è stata squalificata nell’ultima tappa prima dell’arrivo a causa dei miei post realizzati lungo il percorso della gara. Quando è giunto l’avvertimento ho cancellato tutto e mi sono addirittura allontanato dalla valle, ma non è servito e Valeria è stata fermata a Bosses, a pochi chilometri dalla meta.

“Posso solo immaginare il dolore di mia figlia – prosegue Andrea Cavallo -, ed il mio è ancor più grande per la consapevolezza di esserne stato la causa. Avevo pensato di far bene e di divertirci insieme in questa grande avventura, ma evidentemente i social hanno il difetto di scoprirci eccessivamente il fianco e di rendere una realtà non sempre veritiera.

“Vorrei portarti, ora sì, in spalle fino a quel traguardo che ti sei grandemente meritato – conclude il papà -, ma ora hai la consapevolezza che anche i padri sbagliano, forse per eccesso di amore. Sei stata incrollabile, animata da una volontà di ferro. Voglio che tutti lo sappiano. Io lungo quei sentieri ho imparato ad amarti di più”.

Ecco il motivo della squalifica

4 Commenti

  • Angela ha detto:

    Grande Valeria e deficienti quelli che l’hanno squalificata, senza pensare che lei ha messo anima, cuore e fatica in questo Tour. Quello che ha fatto il padre per troppo amore verso la figlia non deve neanche essere preso in considerazione.

    • Paolo soliani ha detto:

      Non sono d’accordo con lei riconosco lo sfondo e l’impegno ma il regolamento è estremamente chiaro è ha la sua motivazione se tutti si mettessero ad accompagnare i concorrenti diventerebbe la sagra della rincorsa ,i regolamenti non vengono scritti così a caso
      L’errore è stato ignorarli ripetutamente

    • Tiburzi ha detto:

      “Quello che ha fatto il padre per troppo amore verso la figlia non deve neanche essere preso in considerazione”

      Beh, se lo dici te immagino che sara’ vero.. Anzi, giusto per amor di chiarezza, io propongo che a tutti i padri venga rilasciato un certificato che attestando il loro “amore paterno” (e naturalmente alle madri un documento simile per “amore materno”, perche’ tutto vogliamo men che discriminare) li dispensi dall’osservare qualsiasi regola e regolamento se in favore delle proprie figlie (o figli). Perche’, e’ risaputo e non si discute, a cuor di papa’ (e mamma’) non va posto limite o obbligo..

  • Maurizio Zegna ha detto:

    Purtroppo il regolamento parla e parlava chiaro. La squalifica non fa una grinza. Anche per rispetto agli altri concorrenti. Spiace ma questa è la conseguenza di un comportamento scorretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente