La Provincia di Biella > Attualità > Carabinieri pagano cena e aereo a giovane affamato e senza soldi
Attualità Circondario -

Carabinieri pagano cena e aereo a giovane affamato e senza soldi

Storia a lieto fine

Carabinieri pagano cena e aereo a giovane affamato e senza soldi

Carabinieri Alagna “salvano” giovane affamato alla ricerca di un lavoro

Solo, disperato e quasi senza soldi, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Storia a lieto fine per un 24enne che l’altro giorno ad Alagna ha chiesto aiuto ai militari perché era rimasto sulla strada. Il giovane, originario del Meridione, era arrivato da Londra, dove lavorava come cuoco. Scaduto il contratto, aveva puntato sull’alta Valsesia sperando di trovare rapidamente un posto sempre nel campo della ristorazione. Così, armato di un bagaglio minimo e con pochi soldi, era partito alla volta dell’Italia e aveva raggiunto la destinazione prefissata, impegnandosi senza perdere tempo nella ricerca di un lavoro.
Ma le cose si mettono male

I risultati non sono stati affatto all’altezza delle aspettative. Tant’è che, trascorsi invano due giorni di ricerca ed una notte all’addiaccio, quando tutto sembrava perduto, il giovane ha deciso di fermare una pattuglia di carabinieri di passaggio e di chiedere aiuto. Il maresciallo e i militari di Alagna lo hanno accompagnato al caldo della caserma, hanno ascoltato e verificato quel racconto, così ingenuamente assurdo da risultare vero. Nel frattempo si era fatta sera: così i carabinieri hanno pagato al giovane la cena ed il pernottamento in un albergo, grazie anche alla disponibilità del gestore che, pure in piena stagione sciistica, ha reso disponibile una stanza ad un prezzo agevolato.
Lieto fine: potrà lavorare a Londra

Quasi l’Arma fosse stata ambasciatrice di buone nuove, nella tarda serata è giunta anche una telefonata del vecchio datore di lavoro londinese, che ha prospettato la possibilità di un nuovo contratto per un impiego in un altro ristorante di Londra. E i militari di Alagna hanno verificato il percorso, calcolato le spese e donato i soldi per coprire il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente